Tom's Hardware Italia
Storage

ADATA, SSD industriali migliorati: una resistenza così non si è mai vista!

ADATA ha annunciato di aver migliorato i propri SSD di livello industriale, ottenendo una resistenza di 3000 cicli P/E e un'operatività dai -40 agli 85 °C.

ADATA ha annunciato di aver migliorato la resistenza dei propri SSD di livello industriale con memoria 3D NAND TLC, raggiungendo i 3000 cicli Program-Erase. Questo significa che ogni cella della memoria NAND potrà essere scritta, cancellata e quindi riscritta fino a 3000 volte.

Il mercato ha portato a una certa diffusione delle memorie 3D NAND anche all’interno di molte aziende, ma nonostante la loro popolarità queste memorie flash hanno sempre sofferto di due problemi principali: una resistenza non proprio eccelsa e l’incapacità di operare a temperature estreme.

ADATA ha lavorato per migliorare questi due aspetti, e il raggiungimento dei 3000 cicli P/E è sicuramente un traguardo importante, perché garantisce agli SSD con memoria 3D NAND la stessa resistenza, stabilità e affidabilità di quelli con memoria 2D MLC.

La società ha anche lavorato sulle temperature, riuscendo a mantenere i suoi SSD operativi in un range che va dai -40 °C agli 85 °C. Gli SSD ADATA risultano quindi ottimi per l’applicazione in diversi campi industriali, come quello delle intelligenze artificiali, dell’IoT, dei sistemi di trasporto intelligenti, nei data center o ancora nei sistemi di sorveglianza.

ADATA per ora si è limitata a lavorare sui prodotti di livello industriale, ma nulla vieta che in futuro vedremo queste migliorie implementate anche sui modelli consumer. Se così fosse non potrebbe che farci piacere: chi direbbe di no a prodotti con un ciclo di vita più lungo?