AMD, la nuova grafica integrata è potente quanto una GPU desktop di sette anni fa

Nuove indiscrezioni fanno luce sulle prestazioni grafiche del Ryzen 5 8600G, attesa APU AMD di prossima generazione con grafica Radeon 760M.

Avatar di Marco Pedrani

a cura di Marco Pedrani

Managing Editor

Sono recentemente apparsi su Geekbench dei benchmark del nuovo Ryzen 5 8600G, una delle APU AMD di prossima generazione che dovrebbero debuttare nel corso del 2024. I dati fanno riferimento alla grafica integrata, in particolare ai test Vulkan e OpenCL.

A bordo della APU ci sarà una grafica integrata Radeon 760M, soluzione di fascia media che può raggiungere una frequenza di 2,8 GHz, ha 8 Compute Unit e 512 Stream Processor. Nella configurazione di prova il processore è stato abbinato a 32 GB di RAM DDR5-6000.

Nel benchmark Vulkan l’APU ha raggiunto i 30.770 punti, in quello OpenCL i 24.842 punti. Sono buoni risultati, visto che parliamo di una grafica integrata, ma non eccezionali: sono solo leggermente migliori di quelli ottenuti da una GTX 1060, amatissima GPU NVIDIA di ormai 7 anni fa. L’integrata è perfino più lenta della GTX 1630, a suo tempo molto criticata.

In ambito mobile la Radeon 760M del Ryzen 5 8600G supera la soluzione omonima, ma rimane dietro la Radeon 780M (12 CU e 768 Stream Processor), più performante nonostante l’integrata della APU abbia dei limiti di potenza più elevati.

Trattandosi di un solo test e di un’indiscrezione è ancora presto per trarre conclusioni; dovremo aspettare test reali nei videogiochi per capire davvero di cos’è capace questa GPU. Di certo, con queste premesse non aspettatevi una soluzione capace di farvi giocare al meglio le ultime uscite: sicuramente i tripla A gireranno, ma come di consueto bisognerà fare parecchi compromessi.