Tom's Hardware Italia
Schede madre

AMD X570 vs X470 vs X370: quali sono le differenze tra i chipset?

Cosa cambia tra il chipset X570 e le soluzioni precedenti? Scopriamolo in questo articolo di confronto con X470, X370, B450 e B350.

Con l’arrivo sul mercato dei nuovi processori Ryzen 3000 e delle relative schede madre X570 è ora di capire perbene che cosa il nuovo chipset ha da offrire rispetto ai suoi predecessori X470 e X370.

Cominciamo col dire che il socket è sempre il solito AM4 al quale ormai ci siamo abituati, ma il supporto per i processori di vecchia generazione è limitato alla serie 2000, perciò non sarà possibile montare processori della serie 1000 su schede madre X570.

Tuttavia, è possibile usare i nuovi processori Ryzen 3000 su schede madre X370, X470, B450 e B350 (previo aggiornamento del BIOS) ponendo però particolare attenzione alla sezione VRM delle motherboard, specialmente quando si tratta di Ryzen 7 e 9, in quanto avendo un elevato numero di core sarebbe consigliabile avere un comparto di alimentazione all’altezza e che non tenda a surriscaldarsi.

X570 ha fatto il grande passo con il supporto al PCI Express 4, raddoppiando così il bandwidth a disposizione per l’archiviazione e la scheda video. Usando quindi un nuovo processore della serie Ryzen 3000 su una scheda madre con chipset di generazioni precedenti si perderà il supporto a questa tecnologia.

Diciamo però che questa è più una funzionalità dedicata al futuro che al presente, in quanto pochi utenti dovrebbero riuscire a beneficiare del PCIe 4.0, e questo per quanto riguarda l’archiviazione. Sul fronte delle schede video non fa alcuna differenza al momento.

Cambiano anche i consumi del chipset, motivo della tanto controversa ventolina per raffreddare l’X570. Si passa infatti dai 6 watt di X370 e X470 o agli addirittura 2 watt di B350 e B450 ad un range ben più elevato di 11-14 watt, con alcuni produttori di motherboard che hanno dichiarato addirittura 15 watt di picco, anche se probabilmente si trattava di una versione alpha del progetto.

Tra le altre cose il chipset resta sempre a frequenza elevata, non avrà dunque un consumo diverso in idle: si troverà sempre a un minimo di 11W di consumo, anche se probabilmente AMD sta lavorando ad una soluzione da questo punto di vista. Ricordiamo inoltre che X570 è il primo chipset progettato internamente da AMD, mentre in passato l’azienda si è servita di ASMedia per progettare B350, B450, X370 e X470.

Ma passiamo ora alle specifiche tecniche. I nuovi processori Ryzen 3000 dispongono di 24 linee PCIe, di cui 4 linee che sono collegate direttamente alla CPU per gli SSD e 16 sono utilizzate dalla scheda grafica. Le 4 rimanenti sono usate dal chipset per permettere di avere un maggiore bandwidth nelle operazioni tra CPU e chipset. I nuovi processori supportano inoltre 4 USB 3.2 Gen2 e uno tra 1 NVMe x4 o 1 NVMe x2 con 2 SATA.

Il chipset dispone invece di 20 linee PCIe di quarta generazione, 16 delle quali sono assegnabili e dedicate ai dispositivi inseriti nel computer dall’utente. Otto di queste sono sempre legate agli slot PCIe mentre le rimanenti otto possono essere usate per dispositivi SATA o di espansione. I chipset precedenti di fascia alta avevano a disposizione otto linee PCIe Gen2 per i dispositivi aggiuntivi, mentre B450 e B350 ne mettevano a disposizione solamente 6, senza contare le 20 (PCIe 3.0) fornite dal processore.

Per quanto riguarda la connettività, X570 è il primo chipset di AMD a supportare porte USB 3.2 Gen2 (fino a otto), 4 porte USB 2.0 e 4 linee PCIe che possono essere configurate diversamente: ad esempio inserendo un dispositivo che sfrutta 4 linee PCIe Gen4, due che invece sfruttano 2 linee PCIe Gen4 o 4 porte SATA 6 Gbps. X470 e X370 supportano invece 2 porte USB 3.1 Gen2, così come B450 e B350, 6 porte USB 3.1 Gen1, contro le 2 dei due chipset più economici e 6 porte USB 2.0 per tutti.

Chipset AMD serie 500, caratteristiche
X570 X470 X370 B450 B350
Linee PCIe Gen4 No No No No
Configurazione linee PCIe 1×16 o 2×8 o 1×8+2×4 o 1×8+4×2 1×16 o 2×8 o 1×8+2×4 1×16 o 2×8 o 1×8+2×4 1×16 1×16
USB 3.2 Gen2 / USB 3.1 Gen2/ USB 3.1 Gen1 / USB 2.0 8 / 0 / 0 / 4 0 / 2 / 6 / 6 0 / 2 / 6 / 6 0 / 2 / 2 / 6 0 / 2 / 2 / 6
Porte SATA 6Gb/s 4 8 6 6 6
Supporto Ryzen serie 1000 NO SI SI SI SI
SATA RAID 0, 1, 10 0, 1, 10 0, 1, 10 0, 1, 10 0, 1, 10
AMD StoreMI SI SI NO SI NO
Multi-GPU SI SI SI NO NO
Consumo del chipset 11W 5,8W 5,8W 1W 1W

Il supporto al Precision Boost Overdrive è limitato esclusivamente alle schede madre con chipset X570, x470 e B450 (e probabilmente, se uscirà, al B550). Possiamo notare come la differenza più grande per questo nuovo chipset sia la presenza delle linee PCIe Gen4, che costituiscono l’interezza delle linee PCIe offerte dal nuovo chipset e che compaiono per la prima volta sul mercato consumer. Con questo cambiamento AMD riesce a usare meno linee ottenendo lo stesso bandwidth.

Altra grande differenza è il supporto nativo a ben otto USB 3.2 Gen2. I produttori di motherboard possono espandere questo numero aggiungendo controller esterni, ma non si tratta di un’operazione molto comune anche se sicuramente sarà effettuata su alcuni modelli.