Software

Microsoft dice addio a Internet Explorer (finalmente)

Le vecchie abitudini sono dure a morire, così come Internet Explorer che non sembra avere intenzione di diventare un ricordo del passato per alcuni utenti nonostante l’incompatibilità con molti siti web moderni. Microsoft sta tentando di scoraggiare definitivamente l’uso dell’ormai vetusto browser reindirizzando verso Edge all’apertura di siti incompatibili con IE.

internet explorer

Nonostante Microsoft stia cercando di scoraggiare l’uso di Internet Explorer ormai da diversi anni, c’è ancora un 5% dell’utenza mondiale che non vuole abbandonare l’ormai non più sicuro e aggiornato programma di navigazione in internet dell’azienda di Redmond. Per cercare di migrare questa fetta di popolazione verso il proprio nuovo browser, all’apertura di un sito non più supportato in Internet Explorer molto presto si verrà reindirizzati direttamente ad Edge.

La lista di siti web reputati non compatibili, come ricordato da BleepingComputer, viene gestita direttamente da Microsoft e comprende pagine web popolari come Facebook, Twitter, ESPN e molti altri ancora, per un totale di 1156 domini al momento della scrittura di questo articolo.

Questo reindirizzamento avviene tramite un Internet Explorer Browser Helper Object (BHO) denominato “IEtoEdge BHO” e associato ai file ie_to_edge_bho.dll, ie_to_edge_bho_64.dll, ie_to_edge_stub.exe contenuti nella cartella “C:\Program Files (x86)\Microsoft\Edge\Application\[Versione di Edge]\BHO”.

Cercando di raggiungere un sito non compatibile tramite IE, verrà immediatamente aperto Edge con in sovraimpressione un popup contenente il messaggio “Questo sito web non funziona con Internet Explorer!“. Oltre a questo Microsoft proporrà agli utenti di migrare tutti i propri dati, come preferiti e cookie, dal vecchio browser al nuovo.

Durante la navigazione con Edge sui siti incompatibili con IE, Microsoft mostrerà un banner che suggerirà agli utenti di cambiare il proprio browser predefinito. Nel mentre, la scheda d’origine su Internet Explorer sarà chiusa o mostrerà una pagina di supporto Microsoft in cui viene spiegato come mai non è possibile navigare su quel determinato sito con IE.

L’era di Internet Explorer è finita, che vi piaccia o no molto presto dovrete scegliere un nuovo browser predefinito e Microsoft vuole che questo sia proprio Edge.

Microsoft Surface GO 2, tablet Windows con schermo da 10.5”, 8GB di RAM, 128GB di SSD e una CPU Dual-Core Intel Pentium Gold 4425Y è disponibile in offerta su Amazon.