Storage

Corsair Force LS, nuovi SSD per sbarazzarsi dell’hard disk

Corsair ha presentato i nuovi SSD Force LS. Per queste nuove soluzioni l'azienda non si è affidata a un controller LSI SandForce SF-2200 o LAMD, ma si è rivolta all'azienda Phison Electronics Corporation con sede a Hsinchu, Taiwan.

Il produttore di memorie e periferiche statunitense non ha rivelato precisamente quale controller troviamo in questi SSD, ma osservando il sito di Phison crediamo si tratti del modello PS3109, dato che risponde ad alcuni requisiti, come l'interfaccia SATA 6 Gbps e la capacità di gestire SSD con un massimo di 256 GB di capacità.

La nuova gamma di Corsair si rivolge a un pubblico che vuole spendere poco, grazie a tre modelli da 60, 120  e 240 GB disponibili a prezzi consigliati di 70, 110 e 200 dollari. Il prezzo per gigabyte è di circa 80 centesimi di dollaro, non straordinario ma in linea con il mercato, e comunque destinato a calare con la diffusione dei prodotti.

Insomma, chi vuole affiancare un SSD al proprio hard disk per velocizzare un vecchio computer, e non ha particolari pretese, può trovare nei Force LS una buona soluzione – ma questo è vero per qualsiasi SSD moderno. Le specifiche prestazionali rese note indicano 555 MB/s e 535 MB/s in lettura e scrittura sequenziale.

Purtroppo non sono stati pubblicati altri dati, come le IOPS (operazioni di input/output al secondo) raggiunte dai tre modelli. Corsair fa tuttavia notare che gli SSD della serie Force LS supportano il comando TRIM, la funzione SMART e non si fanno mancare algoritmi di wear-leveling dinamici e statici. Per quanto riguarda la memoria NAND, non siamo sicuri chi sia il fornitore, ma potrebbe trattarsi di Toshiba, capace di realizzare chip a 19 nanometri.