Tom's Hardware Italia
CPU

EPYC di seconda generazione, AMD ha ancora qualche asso nella manica?

Dopo 7H12 la lista di CPU EPYC con TDP maggiorato per il segmento HPC potrebbe ampliarsi con EPYC 7R22, EPYC 7R32 ed EPYC 7V12.

A settembre AMD ha svelato EPYC 7H12, un processore destinato al settore HPC (High Performance Computing) con 64 core / 128 thread e TDP 280 watt, caratterizzato da una frequenza base più alta degli altri EPYC di seconda generazione. In base alla lista Product Master pubblicata inavvertitamente da AMD nei giorni scorsi, sembra che l’azienda abbia in cantiere altre CPU con un TDP superiore ai 225 watt del modello 7742.

EPYC 7H12 potrebbe quindi non rappresentare un’eccezione nell’offerta di CPU Rome. Nella lista spuntano infatti EPYC 7R22 ed EPYC 7R32 con un TDP di 280 watt ed EPYC 7V12 con un TDP di 240 watt.

Non sappiamo se queste CPU arriveranno sul mercato enterprise generale o se saranno offerte direttamente solo agli OEM. Non è neppure detto che arrivino davvero sul mercato, ma un TDP più alto potrebbe indicare diverse cose.

La prima è che il mercato HPC desidera un maggior numero di processori EPYC (sono in crescita i progetti di supercomputer con queste CPU, Archer2 è solo l’ultimo in ordine di tempo), la seconda è che potrebbero trattarsi di soluzioni custom pensate per uno specifico progetto o cliente. Staremo a vedere.

È bene aggiungere che la lista Product Master è un documento interno che contiene codici OPN nonché i codici US ECCN, HTS e CCATS richiesti da chi regola le esportazioni negli Stati Uniti. Il documento menziona centinaia di prodotti, molti dei quali potrebbero non arrivare mai sul mercato, mentre altri potrebbero essere esclusivi di qualche partner e pertanto di poco interesse per imprese e altre realtà.