Tom's Hardware Italia
CPU

Google sempre più progettista di chip, nuove assunzioni in India

Google starebbe espandendo il team che progetta chip in India andando ad assumere ingegneri di Intel, Qualcomm, Broadcom e Nvidia.

Google è sempre più concentrata nella progettazione di chip. Secondo Reuters, la casa di Mountain View ha assunto negli ultimi mesi più di una dozzina di ingegneri nel campo della progettazione di microchip e ha intenzione di ampliare ulteriormente il team che opera in quel di Bangalore, in India, arrivando probabilmente a 80 unità entro l’anno.

Vedremo quindi sempre più prodotti di Google con chip personalizzati, ma è possibile che le mire dell’azienda interessino anche i propri server, con un ulteriore sviluppo di quanto fatto finora con le Tensor Processing Unit (TPU).

Sono ormai circa cinque anni che l’azienda opera nel settore della progettazione di chip con l’obiettivo di contenere i costi, ridurre la dipendenza da altre aziende come Intel e Nvidia e differenziarsi con prodotti dalle funzionalità uniche. Qualcosa che, a livelli diversi, stanno facendo anche Amazon, Microsoft, Apple e Facebook giusto per citare qualche nome. Nei giorni scorsi Adobe ha avanzato l’ipotesi di volersi inserire nel gruppo.

Con interessi nel campo degli smartphone, degli smartwatch, degli smart speaker e in molti altri ambiti, Google potrebbe concentrarsi nel mettere a punto chip in grado di analizzare comandi vocali e video più rapidamente per esempio. Pur non essendoci conferme, probabilmente l’interesse di Google va a braccetto con gli sforzi nell’ambito dell’intelligenza artificiale.

Secondo Reuters, Google ha assunto in India almeno 16 veterani nel campo ingegneristico e quattro reclutatori di talenti per il suo team, con l’obiettivo di sottrarre figure di primo livello a Intel, Qualcomm, Broadcom e Nvidia.