Storage

pagina n.3

Pagina 3: pagina n.3

Il DeskStar 7K250 più in dettaglio, Continua

L’analisi, per quanto riguarda il calore sviluppato paragonato
al modello precedente, ha dato esito positivo. A dispetto dei 53°C del DeskStar
180GXP, il 7K250 ha raggiunto una temperatura massima, registrata sul lato superiore,
di 46°C dopo diverse ore di attività (un mondo a parte rispetto agli
altri dischi). Ora che il computer deve anche essere il più silenzioso
possibile, bisogna ridurre il numero delle ventole. I nuovi hard disk Hitachi
rendono tutto questo possibile.

Il DeskStar 7K250 più in dettaglio, Continua


Il lato inferiore dell’Hitachi
(precedentemente IBM) è per tradizione lasciato scoperto. La Seagate
di solito copre la sezione elettronica con una sottile protezione metallica,
mentre la Western Digital posiziona i chip dall’altra parte della scheda.

Il DeskStar 7K250 più in dettaglio, Continua


Cosa c’è qua? E’ inevitabile
che alcuni componenti siano proprio IBM.

Il DeskStar 7K250 più in dettaglio, Continua

Il DeskStar 7K250 più in dettaglio, Continua


Hitachi mette a disposizione diverse
impostazioni via jumper. Di solito, è importante solo poter scegliere
se master o slave; in rari casi, il master deve essere selezionato come un particolare
slave.