Tom's Hardware Italia
Software

Il Windows del 2020 è già in test, Microsoft accelera lo sviluppo

Microsoft ha già distribuito ai tester la prima build di Windows 10 20H1, versione che arriverà nella prima metà del 2020.

Microsoft ha accelerato lo sviluppo di Windows 10. L’azienda ha iniziato a distribuire una build che rientra nel branch 20H1, cioè la versione di Windows che arriverà entro la prima metà del 2020, ai Windows Insider che hanno aderito al ramo Skip Ahead.

Dona Sarkar, a capo del programma Windows Insider, ha affermato che “alcune cose su cui stiamo lavorando per Windows 20H1 richiedono un maggiore tempo di test. Inizieremo a rilasciare le build 19H2 agli Insider più avanti nel corso della primavera dopo aver dato gli ultimi ritocchi alla versione 19H1″. Tutto fa quindi pensare che vi siano in serbo importanti cambiamenti per Windows nel 2020, mentre le release di quest’anno porteranno novità non troppo marcate.

Microsoft non ha ancora detto nulla di ufficiale, quindi rimaniamo in attesa di conferme o smentite. Per i più curiosi la prima build 20H1 prende il numero 18836, ma non ci sono nuove funzionalità. A così tanti mesi dal debutto, probabilmente passerà del tempo prima che Microsoft inserisca qualche nuova caratteristica e almeno per i primi tempi si limiterà a lavorare semplicemente sul codice.

Per ora comunque tutti gli occhi sono puntati sulla versione di Windows 10 attesa per metà anno, probabilmente in aprile e per questo nota come 19H1. La versione RTM dovrebbe diventare disponibile ai tester a marzo, poche settimane prima della disponibilità pubblica.

Tra le novità vedremo un nuovo tema “light”, la separazione di Cortana dalla ricerca di Windows, una nuova app di Office integrata e altre piccoli aggiustamenti e cambiamenti. La speranza è che la nuova versione si presenti con meno bug rispetto al Windows 10 October Update 2018, la cui distribuzione a tutti è stata rimandata di diverse settimane.