Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

Intel compra l’indiana Ineda Systems. L’obiettivo? Creare GPU dedicate migliori

Intel ha comprato l'indiana Ineda Systems per rinfoltire le fila della sua divisione grafica. L'obiettivo è creare GPU dedicate per fare la guerra a Nvidia e AMD.

Intel ha acquisito Ineda Systems, un’azienda con base a Hyderabad, India, per una somma non precisata. Hyderabad è lo stesso luogo dove il colosso statunitense ha deciso di aprire un centro di ricerca e sviluppo sulla grafica formato da 1500 dipendenti. Ineda opera nel mondo delle grafica e quindi si ricollega allo sforzo della casa di Santa Clara di rientrare nel mercato delle GPU dedicate per competere con AMD e Nvidia.

Secondo il Times of India, Intel era più interessata all’esperienza di Ineda Systems, e quindi ai suoi talenti, più che ai prodotti. Oltre 100 ingegneri si uniranno alla divisione grafica di Intel alla chiusura dell’accordo. “Intel ha acquisito le risorse ingegneristiche da Ineda Systems, un service provider di chip e piattaforme con base a Hyderabad. Questa transazione conferisce a Intel un team con esperienza nei SoC (system on chip) per aiutarci a costruire un business delle GPU dedicate di primo piano”, ha commentato intel.

Ineda Systems è stata fondata nel 2011 e secondo Crunchbase ha raccolto 43,3 milioni di dollari da investitori di primo piano come Cisco, Qualcomm e Samsung nel corso del tempo. Intel avrà probabilmente pagato una cifra maggiore, ma non è dato saperlo.

Il risultato, a ogni modo, è l’espansione del team guidato da Raja Koduri, in cui la casa di Santa Clara sta investendo molto. Come abbiamo avuto modo di riportare nel corso degli ultimi mesi, l’ex boss della divisione RTG di AMD ha portato con sé in Intel molti ingegneri grafici di AMD e, incidentalmente, il fondatore di Ineda Systems, tal Dasaradha Gude, ha lavorato anche per AMD India.

Le GPU dedicate di Intel sono attese per il 2020 e andranno a coprire tutto il mercato, dal mondo dell’IA a quello della grafica professionale, fino al gaming. Proprio nelle scorse ore Intel ha iniziato a pubblicare le prime patch per il driver Linux indirizzate alle sue future GPU dedicate, nome in codice Xe. Insomma, l’attività è frenetica e gli sviluppi si fanno sempre più intensi. La speranza è che Intel porti maggiore competizione in un settore da qualche anno piuttosto stagnante.