Storage

Intel è pronta a overcloccare gli SSD: sì, ma come?

Siete di quelli che overcloccano qualsiasi cosa abbia un chip installato sopra? Allora preparatevi alla nuova frontiera, l'overclock dell'SSD. Sì, avete letto bene. Nel corso dell'Intel Developer Forum (IDF) che si terrà a San Francisco a settembre, la casa di Santa Clara dovrebbe offrire la "prima dimostrazione pubblica di overclock di un SSD Intel".

Per ora non ci sono ulteriori dettagli, se non che l'evento si terrà il 10 settembre durante una sessione intitolata "AIOS001 – Overclocking Unlocked Intel Core Processors for High Performance Gaming and Content Creation", dove l'azienda, insieme a overclocker e partner, metterà alla prova le ultime novità di casa Intel, a partire dai microprocessori Ivy Bridge-E (qui la nostra anteprima).

Di tutta la sessione però è l'overclock dell'SSD a catalizzare l'attenzione e incuriosire. Intel si limiterà a cambiare la frequenza del controller all'interno dell'unità? Agirà sull'interfaccia? Oppure c'è qualche altro modo per spingere le prestazioni di un SSD oltre quelle di fabbrica? Staremo a vedere. Sembra che per fare il tutto serva il software Xtreme Tuning Utility (XTU).

Che Intel voglia le replicare la stessa strategia adottata nel settore delle CPU con la serie K? Francamente ci auguriamo di no, ci manca solo la lotta all'ultimo benchmark tra gli SSD a colpi di azoto liquido. Sarebbe un metodo alquanto stupido per rendere inutilizzabile un sacco di memoria NAND Flash (rotture, durata, etc.), il tutto senza assicurare la garanzia, ovviamente.