Software

Intel Graphics Command Center, in beta la funzione di registrazione dello schermo

In vista dell’imminente lancio delle schede grafiche dedicate Intel Xe, Intel ha pubblicato in beta il suo software di gestione della grafica e screen recording, software di questo tipo sono presenti anche per le schede grafiche degli altri due produttori (vedi Nvidia GeForce Experience o Radeon Adrenalin per esempio). 

La versione beta di Graphics Command Center è già disponibile sul Microsoft Store per Windows 10 v1709 o versioni successive. Per utilizzare le nuove funzionalità di streaming offerte dal software sarà necessario avere un processore Intel di ottava generazione o superiore, mentre il requisito minimo per il software resta il processore Intel Core di sesta generazione. Di Intel Graphics Center in generale abbiamo già parlato qui poco tempo fa.

Intel Graphics Command Centre

Intel offre molte funzionalità all’interno di questo software: la più interessante è la funzionalità Capture. Intel la descrive così: “offre un semplice ed un intuitivo modo per registrare e memorizzare i video dei display primari degli utenti. Può essere usato per una vasta gamma di operazioni, dalla registrazione video di un‘intensa sessione di gaming fino alla cattura generica del desktop”.

La funzione di registrazione dello schermo possiede diversi parametri su cui poter intervenire come la risoluzione di cattura, il bitrate o semplicemente la visibilità o meno del cursore. Intel ha anche menzionato una funzione di “broadcasting” (ovvero trasmissione) quindi in teoria dovrebbe anche essere possibile trasmettere i contenuti in streaming in tempo reale.

Intel Graphics Command Centre

Capture non è l’unica aggiunta dell’ultimo aggiornamento. È stata infatti introdotta anche la funzione Combined Desktop, che permetterà di unificare il flusso video derivante da più di uno schermo ottenendo così una vista più ampia di due o più desktop affiancati.

Il software è già disponibile in versione beta e Intel raccomanda di lasciare dei feedback e segnalare nel migliore dei modi eventuali bug presenti per poter migliorare il software. Graphics Command Center sembra avere le carte in regola per competere con servizi dei due rivali produttori di GPU, basterà per incuriosire gli utenti e portarli a provare le nuove schede grafiche in uscita?

Se volete affidarvi ad AMD per la vostra nuova GPU e non volete spendere troppo, date un’occhiata a questa offerta Amazon su una ROG RX580.