CPU

Intel, il CEO Pat Gelsinger controbatte all’annuncio della CPU Grace di NVIDIA

All’inizio di questa settimana, NVIDIA ha annunciato il suo primo processore Grace basato su ARM per AI e server HPC e, mentre la mossa era attesa da molti osservatori del mercato, il debutto formale ha influenzato negativamente i prezzi delle azioni di AMD e Intel. NVIDIA è senza dubbio un formidabile concorrente, ma Intel ritiene che non rappresenti davvero una minaccia per la sua attività nei data center.

Intel Ice Lake-SP

Pat Gelsinger, CEO di Intel, in un’intervista rilasciata a Fortune ha affermato:

Abbiamo annunciato la nostra linea Ice Lake per server la scorsa settimana con una risposta straordinariamente positiva. E in Ice Lake abbiamo espanso in maniera consistenza le sue capacità per quanto riguarda l’intelligenza artificiale. NVIDIA ci sta rispondendo. Non siamo noi a rispondere a loro. Chiaramente questa idea di CPU potenziate dall’intelligenza artificiale è l’ambito in cui Intel è un leader molto forte.

Il processore Grace di NVIDIA per macchine AI e HPC promette di essere più di 10 volte più veloce nell’IA e in carichi di lavoro HPC selezionati rispetto ai processori x86 odierni, ma sarà lanciato solo all’inizio del 2023. Aspettative come queste sembrano sempre piuttosto incredibili, ma è doveroso tenere in considerazione che la concorrenza – AMD e Intel – non se ne starà con le mani in mano.

Gli ultimi processori Xeon di Intel integrano le tecnologie di accelerazione AI sotto il nome generico DL Boost, che attualmente include set di istruzioni estesi come AVX512_VNNI (Cascade Lake e Ice Lake) e AVX512_BF16 (solo Cooper Lake). Entrambi hanno dimostrato di essere abbastanza competitivi in ​​generale (almeno secondo i test condotti da Intel) e quando si tratta di algoritmi ottimizzati possono fare in modo che le CPU Intel superino le GPU di NVIDIA fino a 15 volte.

Nvidia Grace

Inoltre, poiché le CPU Xeon di Intel sono così diffuse sono ampiamente utilizzate per i carichi di lavoro di inferenza e gli ISV ottimizzano i loro motori per questi processori. In breve, i moderni Xeon scalabili di Intel possono già contare su miglioramenti all’IA e i loro successori amplieranno naturalmente le loro capacità.

In generale, ARM, AMD, Intel, NVIDIA e altre società stanno lavorando duramente per migliorare le prestazioni dei loro processori (CPU, GPU, IPU, VPU, ecc.) nei carichi di lavoro AI e/o HPC a causa di una costante e crescente richiesta di operazioni di questo tipo. Di conseguenza, ci saranno più progressi relativi a questi ambiti nei prossimi anni rispetto ai trenta precedenti.

Alla ricerca di un nuovo PSU per alimentare la vostra prossima GPU? Corsair RM750X, alimentatore modulare da 750W, è disponibile su Amazon.