Storage

Risultati: prestazioni con carichi enterprise

Pagina 8: Risultati: prestazioni con carichi enterprise

Risultati: prestazioni con carichi enterprise

Il nostro prossimo insieme di test simula differenti carichi di lavoro enterprise, inclusi database, file server, Web server e workstation. Il carico database – categorizzato anche come transaction processing – coinvolge operazioni di I/O puramente casuali. Il suo profilo consiste del 67% di letture e il 33% di scritture usando trasferimenti 8KB.

Le prestazioni eccellenti dell'SSD DC P3700 con queue depth basse emergono nel nostro profilo database. All'aumentare della coda di comandi, il Micron P320h e l'OCZ Z-Drive mostrano i rispettivi punti di forza.

Anche se non abbiamo rilevato molta differenza tra i driver proprietari di Intel e il supporto nativo di Windows nel test sulla costanza prestazionale, non è così in questo caso. L'implementazione più ottimizzata di Intel solitamente porta ad avere un boost del 5-10% con queue depth ridotte, che sale al 20-25% all'aumentare della coda dei comandi.

Anche se il driver nativo vi permette di avviare da Windows e iniziare rapidamente, dovreste assicurarvi che il software di Intel sia installato prima di mettere alla prova l'SSD DC P3700 in un ambiente di produttività.

In un carico di lavoro file server, che consiste per l'80% di letture casuali con trasferimenti di dimensioni variabili, osserviamo risultati simili. L'SSD DC P3700 fa ancora un lavoro eccellente con una bassa queue depth, ed entrambe le capacità sono davanti al Micron P420m.

Il nostro profilo Web server rispecchia da vicino i nostri test in lettura casuale 4K, il che ha senso: si tratta del 100% di letture con trasferimenti di dimensioni variabili.

L'ordine finale vede gli SSD uno vicino all'altro con basse queue depth, ma le soluzioni di Micron prendono il largo con più di 32 comandi. I due SSD DC P3700 si comportano in modo quasi identico a causa delle prestazioni in lettura simili.

Infine, i risultati del benchmark workstation (80% letture, 80% casuali) raggiungono vette prevedibili nella nostra classifica, con l'SSD DC P3700 che perde terreno con le queue depth più elevate.

Facendo un riassunto di tutto, le ultime soluzioni di Intel si comportano bene con basse queue depth e poi inseguono all'aumentare del numero. Inoltre, rispetto al Micron P420m, l'SSD DC P3700 si comporta meglio se il carico di lavoro si polarizza verso le scritture. Sfortunatamente per Intel, i P3700 non possono raggiungere le soluzioni di Micron sul fronte delle letture.