Tom's Hardware Italia
Schede madre

Intel, supporto alle CPU Cannon Lake con il chipset Z390?

Nelle note di rilascio di una nuova versione di Intel Rapid Storage Technology sono contenute alcune interessanti informazioni sulle future piattaforme di Intel in arrivo. Prima di tutto, il documento fa riferimento al tanto discusso chipset Z390 che dovrebbe sostituire il datato Z370 nella fascia alta mainstream. Ci sono già state diverse fughe di notizie sull'esistenza […]

Nelle note di rilascio di una nuova versione di Intel Rapid Storage Technology sono contenute alcune interessanti informazioni sulle future piattaforme di Intel in arrivo.

Prima di tutto, il documento fa riferimento al tanto discusso chipset Z390 che dovrebbe sostituire il datato Z370 nella fascia alta mainstream. Ci sono già state diverse fughe di notizie sull'esistenza dello Z390, ma il nuovo documento riporta che il chipset supporterà non solo le CPU Coffee Lake, ma anche quelle Cannon Lake. A differenza dei Coffee Lake, caratterizzati dal processo produttivo a 14 nanometri, i Cannon Lake rappresentano la prima generazione di processori Intel a 10 nanometri.

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS83LzcvNzY3NDkxL29yaWdpbmFsL1ozOTBfWDM5OS5qcGc=
Clicca per ingrandire

I primi processori Cannon Lake sarebbero dovuti arrivare nel 2017, ma, come ben sappiamo, ciò non è accaduto. All'inizio dell'anno, Intel ha confermato di aver spedito un piccolo quantitativo di chip realizzati a 10 nanometri, ma l'azienda non ha ancora annunciato ufficialmente nessun prodotto della linea Cannon Lake.

Leggi anche: Guida all'acquisto del processore

La seconda notizia contenuta in questo documento è l'esistenza di un successore per le schede madre con chipset X299. In arrivo vi è un nuovo chipset per sistemi desktop di fascia alta (HEDT) chiamato X399. Il nome che è lo stesso usato da AMD per il chipset legato ai processori Threadripper.

Quando AMD scelse di usare il nome B350 per uno dei chipset destinati ai Ryzen, sottraendolo a Intel che in precedenza aveva chiamato due suoi chipset B150 e B250, la casa di Santa Clara decise di passare al nome B360. Sembra però che l'azienda non abbia intenzione di fare altrettanto stavolta, dunque non ci resta che capire come questo accavallarsi di nomi identici si rifletterà sul mercato.

Il nuovo chipset X399, stando al documento, sarebbe in grado di supportare CPU sia Coffee Lake sia Cannon Lake. Al momento, il chipset X299 è usato dalle CPU Skylake-X e Kaby Lake-X; non ci sono ancora prodotti col brand Coffe Lake per questa piattaforma.

Finora il successore di Skylake-X era noto con il nome Cascade Lake-X ma forse dato che il nome Cascade Lake sarà usato per la futura linea di processori Xeon, è possibile che Intel abbia deciso di rivedere la nomenclatura e su desktop optare per Coffe Lake-X.

Il chipset X299 e il suo socket, LGA 2066, hanno solamente un anno di vita, dunque non ci aspettiamo che le nuove X399 usino un socket differente.