Schede madre

Microsot ha scelto HD DVD: ecco i perchè

In un’intervista esclusiva con Tom’s Hardware Guide, il rappresentante di Microsoft al DVD Forum Steering Committee dichiara che la decisione di Microsoft e Intel di supportare l’ HD DVD come formato standard per i video high-definition è stata presa solo negli ultimi giorni.

hddvd2"La nostra decisione è stata presa principalmente valutando il punto in cui i due formati si trovano al momento" dichiara Ribas. "Un anno e mezzo fa, entrambe le organizzazioni avevano gli stessi obbiettivi, e il Blu Ray si mostrava molto promettente. Con una maggiore capacità, avevano ciò che consideravamo utile. Ma con il passare del tempo, avendo visto cosa propongo i formati e avendo fatto il raffronto tra le promesse fatte e quelle mantenute, abbiamo presto la decisione."

Il Blu-ray ha fallito i test Intel/Microsoft in sei aree critiche, secondo quanto riferito da Ribas:

– Il primo test riguarda la possibilità per i consumatori di fare copie di un disco legalmente ottenuto. A questo punto Intel tiene molto dopo il lancio della sua piattaforma VIIV annunciata lo scorso mese

– Il supporto per dischi ibridi che possono essere letti sia dai player DVD attuali che quelli futuri

Ribas dichiara: "E’ qualcosa che entrambi promettevano, ma solo l’ HD DVD ha sviluppato, mentre il Blu Ray ancora no. Hanno detto che hanno il prototipo in laboratorio, ma passare dal laboratorio alla produzione di massa è come passare dalla notte al giorno."

– Mantenimento di bassi costi di produzione

– Mantenimenti di bassi costi per la replicazione dei dischi

– Capacità di immagazzinamento

Questo è un punto che ci sorprende, sulla carta il Blu Ray sembrava non avere rivali. Ma Ribas ci fornisce validi motivi:

"La capacità sembrava il più grande vantaggio del Blu Ray e noi ci credevamo. Pensavamo ci fornissero BD-ROM funzionanti da 50 GByte, ma non è accaduto. Non ci sono neanche prototipi. Hanno costruito solo in laboratorio questi dischi". Riguardo alle capienze mostrate, Ribas ci ha confidato che l’ HD DVD-ROM è in testa con 30 GByte rispetto ai 25 GByte del BD-ROM.

Infine ecco l’interattività degli standard.

Tom’s Hardware Guide ha contattato la Blu-ray Disc Association, ma non è ancora pervenuta risposta alle domande che gli sono state rivolte.