CPU

Nuovi processori AMD Ryzen, ecco gli effetti del delidding

L'overclocker der8auer, dopo aver mostrato l'overclock di un Ryzen 7 2700X portato a 6 GHz sotto azoto liquido, è tornato a parlare delle nuove CPU AMD con un altro video in cui mostra il delidding, e le temperature "prima e dopo" tale operazione su un Ryzen 5 2600.

Come la prima generazione, anche i processori Ryzen 2000 si avvalgono della saldatura tra il die e l'heatspreader, assicurando così un migliore trasferimento del calore prodotto dai core verso l'heatspreader rispetto all'uso della pasta termica, come ad esempio avviene sui processori Intel.

Una volta rimossi i residui della saldatura Der8auer ha applicato del metallo liquido Thermal Grizzly Conductonaut su die e heatspreader, testando il tutto su una scheda madre Asus Crosshair VII Hero con un dissipatore a liquido NZXT Kraken X62.

delidding der8auer ryzen 2000 PNG

L'overclocker ha impostato una tensione di 1,35 volt, portando Ryzen 5 2600 a 4100 MHz e registrando in un test con Cinebench R15 una differenza di 4 °C, passando così da 64 °C a 60 °C. Di conseguenza la conclusione è chiara: il beneficio è minimo e il rischio è alto, in quanto il delidding può danneggiare la CPU e invalidare la garanzia.

delidding der8auer ryzen 2000 01 PNG

Gli acquirenti delle nuove CPU AMD devono essere contenti di questo risultato: è evidente che la scelta della saldatura si riconferma vincente, come già visto in passato con Ryzen 7 1800X.

Ryzen 7 2700X Ryzen 7 2700X



Ryzen 7 2700 Ryzen 7 2700



Ryzen 5 2600X Ryzen 5 2600X



Ryzen 5 2600 Ryzen 5 2600