Schede Grafiche

Nvidia vuole combattere lo shortage resuscitando la RTX 2060

La GeForce RTX 2060 potrebbe essere un po’ datata, ma è ancora una delle migliori schede grafiche sul mercato, soprattutto se non volete per forza una GPU RTX serie 30. Nvidia sembra condividere la stessa opinione in quanto un nuovo rumor condiviso da VideoCardz suggerisce che il produttore di chip non sia ancora pronto per staccare definitivamente la spina dalla scheda grafica Turing.

Secondo le fonti di VideoCardz, Nvidia rinnoverà la GeForce RTX 2060 dotandola del doppio della memoria rispetto all’originale. Il produttore di chip avrebbe infatti informato i suoi partner che la nuova GeForce RTX 2060 da 12 GB potrebbe essere pronta entro la fine del 2021, ed è plausibile che la nuova variante possa debuttare nel gennaio 2022.

La GeForce RTX 2060 12GB, dal presunto nome in codice PG161, continuerà a utilizzare la GPU TU106-300, eccetto per il suffisso KX, e manterrà la maggior parte delle specifiche della GeForce RTX 2060. L’unico aggiornamento convincente è la capacità di memoria che verrà aggiornata da 6 GB fino a 12 GB di GDDR6.

All’inizio di quest’anno Nvidia aveva resuscitato la GeForce RTX 2060 e la GeForce GTX 1050 Ti come soluzioni di ripiego per la carenza di schede grafiche. Si possono avere pareri soggettivi sulle prestazioni della GeForce RTX 2060, ma la scheda grafica basata su Turing continua ad essere la seconda scheda grafica più popolare su Steam. Quindi non ci sorprende affatto che Nvidia voglia mantenere vivo il fuoco. Con più memoria e magari una larghezza di banda maggiore, una rivisitazione della 2060 sarebbe un’opzione ragionevole per chi cerca una GPU performante e non vuole una RTX serie 30 a tutti i costi.

La presunta revisione della GeForce RTX 2060, d’altra parte, non è certamente una buona notizia per i giocatori che vogliono acquistare una scheda grafica GeForce RTX serie 30 (Ampere). Probabilmente la carenza globale di semiconduttori persisterà nel 2022, il che spiegherebbe perché Nvidia vorrebbe rilanciare la GeForce RTX 2060 come seconda opzione per i consumatori. La produzione di chip dovrebbe migliorare molto presto poiché i produttori di substrati ABF stanno costruendo nuovi impianti per aumentare la produzione. Sfortunatamente, la maggior parte di essi non sarà operativa fino al 2022, quindi la carenza sarà ancora un problema.