Schede Grafiche

NVIDIA, le Virtual Machine su Linux hanno ora una marcia in più

Questa mattina vi abbiamo informato del lancio dei nuovi driver GeForce Ready 465.89 WHQL di NVIDIA, i quali hanno introdotto il supporto ufficiale a Resizable BAR su tutte le schede grafiche della serie RTX 30. Oltre a ciò, i driver hanno aggiunto il supporto alla tecnologia Reflex in Rainbow Six Siege in modo da ridurre ulteriormente la latenza, particolarmente utile durante i match più impegnativi, ed altre ottimizzazioni per il recente Outriders di Square Enix.

MSI RTX 3060 Gaming X Trio

Tuttavia, sul fronte Linux le cose si fanno ancora più interessanti, soprattutto per coloro che utilizzano abitualmente le macchine virtuali. Infatti, con i driver 465 beta, come riferito dai colleghi di Phoronix, la compagnia californiana ha aggiunto il supporto al passthrough GPU anche sulla linea GeForce. Si tratta decisamente di una buona notizia per quelle persone che vogliono giocare a vecchi titoli pensati per Windows all’interno di una virtual machine utilizzando un sistema operativo basato su Linux. In particolare, NVIDIA supporta il passthrough GPU sulla serie GeForce GTX 900 e superiore sui notebook, mentre su desktop si parte dalla linea GeForce RTX 1000. Al momento, Windows 10 è il solo sistema operativo utilizzabile per la virtualizzazione. Ulteriori dettagli sono stati pubblicati dal servizio clienti di NVIDIA a questo indirizzo.

MSI RTX 3060 Gaming X Trio

Nella giornata di ieri vi avevamo anche riportato i risultato di alcuni test condotti su una GeForce RTX 3090 Founders Edition a risoluzione 4K in vari videogiochi attivando la funzionalità Resizable Bar. I risultati, almeno in quella occasione, hanno lasciato un po’ a desiderare. Per ulteriori approfondimenti vi consigliamo di consultare la nostra precedente notizia.

Intel Core i7-10700K dal clock base di 3,8GHz, socket LGA1200 e 125W di TDP è disponibile su Amazon a prezzo ribassato!