Schede Grafiche

Nvidia RTX 3080 Ti, ulteriori conferme sulle specifiche

A neanche 2 settimane dal lancio della tanto attesa e criticata RTX 3060, sono comparsi online ulteriori leak riguardo la sorella maggiore RTX 3080 Ti, che ha fatto molto discutere la comunità degli appassionati per via delle particolari specifiche. Ebbene, il famoso leaker koptite7kimi ha diffuso tramite un tweet la notizia secondo cui Nvidia ha tra i suoi piani la messa in commercio della scheda con un blocco per il mining, ricalcando la scelta effettuata sulla 3060 per limitare il fenomeno. Il tutto avverrà tramite l’introduzione di un apposito firmware che a quanto pare è stato già inviato ai partner AIB.

Lo stesso koptite7kimi aveva rivelato qualche tempo fa che la nuova scheda della casa di Santa Clara avrebbe dovuto avere tra le sue specifiche ben 10240 CUDA core, differenziandosi dalla RTX 3090 di soli 256 CUDA core, affiancati da 20GB di VRAM. Proprio quest’ultima specifica era quella più in ombra ed incerta, ma su Twitter il leaker ha specificato con certezza che la nuova VGA sarà dotata di 12GB di VRAM GDDR6X, in grado di garantire un bandwidth maggiore.

Sappiamo infatti che Nvidia aveva inizialmente tra i suoi piani l’adozione di un taglio di memoria da 20GB con un bus a 320-bit. Piani che sono cambiati visto che adesso le nuove specifiche vedono la presenza di 8GB di memoria in meno ma con un bus a 384-bit, caratteristica che renderebbe la scheda un mostro nel mining di Ethereum. La nuova scheda grafica sarà in grado di offrire ai suoi utenti una larghezza di banda superiore di circa il 20% rispetto alla RTX 3080.

La presenza poi di 2GB di VRAM in più rispetto alla RTX 3080 ridurrebbe anche la differenza di memoria con la sua principale rivale, ovvero la Radeon RX 6900 XT, dotata di 16GB di memoria. Il taglio da 12GB inoltre manterrebbe intatto il vantaggio in termini di memoria della RTX 3090, che è ormai la scheda di riferimento del settore dei content creator, senza andare a creare della concorrenza interna. Non ci resta allora che attendere il lancio ufficiale della scheda, che con molta probabilità avverrà nel mese di aprile.

Hai bisogno di un’upgrade per la RAM del tuo notebook? Ecco la soluzione!