Software

Presto potrete trasmettere i contenuti di Teams su YouTube e Twitch

Il 21 e 22 giugno ci sarà l’Amazon Prime Day, due giorni ricchi di offerte e sconti a tempo limitato! Per non perderne nemmeno una, date uno sguardo alla nostra pagina dedicata

Microsoft Teams avrà presto un modo semplice per trasmettere contenuti su altre piattaforme, inclusi YouTube e Twitch. L’app di comunicazione supporterà presto il protocollo RTMP (Real-Time Messaging Protocol), uno standard aperto che semplifica la connessione alle applicazioni di streaming. Il supporto per RTMP potrebbe arrivare già il mese prossimo, ma tale data potrebbe essere soggetta a modifiche.

Secondo quanto riporta Windows Central, la roadmap di Microsoft 365 indica che l’utilizzo di RTMP “consente il supporto per gli utenti di trasmettere in streaming le riunioni di Teams a un vasto pubblico, inclusi gli endpoint esterni all’organizzazione”. La tabella di marcia elenca la funzionalità come “In sviluppo” e afferma che potrebbe essere rilasciata a luglio 2021, ma le date sulla tabella di marcia sono sempre soggette a modifiche.

È già possibile utilizzare applicazioni di terze parti come OBS per catturare i contenuti da Teams su un broadcast su un’altra piattaforma, ma non è una soluzione comoda. Il supporto per RTMP dovrebbe rendere molto più semplice la creazione di una trasmissione YouTube o Twitch da Teams.

Se hai un podcast o desideri semplicemente trasmettere contenuti da Microsoft Teams a un vasto pubblico su un’altra piattaforma, il supporto RTMP sarà un’aggiunta gradita all’app. Zoom e Webex funzionano già con RTMP, quindi Teams recupererà un po’ di terreno implementando il supporto per il protocollo.

Recentemente Microsoft Teams ha introdotto anche alcune novità inerenti alle riunioni, nello specifico da utilizzare durante le presentazioni con PowerPoint. Ha aggiunto PowerPoint Live, un’integrazione che consente ai partecipanti di spostarsi in autonomia tra le slide della presentazione, in caso dovessero tornare alla slide precedente per prendere appunti. Il relatore, in ogni caso, ha la possibilità di richiamare tutti gli utenti sulla stessa slide per non far perdere il filo del discorso.

Un’altra novità, che arriverà a breve, è un nuovo strumento di annotazioni, già in fase di test da alcuni mesi. Con questa nuova funzionalità, si possono effettuare delle annotazioni sulla diapositiva stessa. Sarà una specie di puntatore laser virtuale per catturare l’attenzione dei partecipanti su un punto specifico della propria presentazione. Gli strumenti includono diverse penne e colori. Le annotazioni saranno visibili solo durante la riunione e non verranno salvate nel documento.