Case e PC Completi

Questo kit per l’analisi del sangue è alimentato da un Raspberry Pi 4

Dei ricercatori in India hanno creato un kit di analisi del sangue economico sfruttando un Raspberry Pi 4, utilizzando la luce e un erogatore di liquidi automatizzato per analizzare eventuali sostanze biochimiche nei campioni di sangue. Il lavoro, di Sangeeta Palekar e Jayu Kalambe dello Shri Ramdeobaba College of Engineering and Management, è stato pubblicato sulla rivista IEEE Sensors e riportato da IEEE Spectrum.

Gli esami del sangue in India vengono per lo più eseguiti vicino alle aree più densamente popolate, dove possono essere analizzati in laboratorio. I nuovi kit mobili producono risultati coerenti con quelli del laboratorio, svolgono il loro lavoro in mezzo minuto e consentono di estendere le analisi del sangue alle vaste aree rurali del paese.

Photo credits: SHRI RAMDEOBABA COLLEGE OF ENGINEERING AND MANAGEMENT

“Gli esami del sangue di routine possono aiutare a tracciare ed eliminare la minaccia di molte potenziali malattie”, ha spiegato a IEEE Spectrum il coautore del documento, Sangeeta Palekar. “La piattaforma offre i vantaggi di automazione, basso costo, portabilità, strumentazione semplice, flessibilità e un’interfaccia facilmente accessibile”, ha continuato. “Nel complesso, il quadro proposto è una soluzione interessante da incorporare nell’area con risorse limitate come piattaforma universale per tutte le analisi biochimiche”.

Facendo brillare la luce attraverso il sangue, è possibile misurare i cambiamenti nella sua intensità e, aggiungendo quantità controllate di reagente ai campioni di sangue, è possibile testare diversi costituenti del sangue, come i livelli di globuli rossi o la concentrazione di glucosio. Modificando sia il reagente che la lunghezza d’onda della luce, è possibile testare nel campione molte sostanze biochimiche.

I prossimi passi per il progetto includono l’espansione del numero di sostanze che può testare per includere proteine, colesterolo e altri comuni costituenti del sangue, oltre all’integrazione con una piattaforma IoT per consentire il monitoraggio remoto.

L’utilizzo di Raspberry Pi 4 (che potete trovare su Amazon) non sorprende: è potente e versatile ma allo stesso tempo di dimensioni ridotte ed è la base di tantissimi progetti, sia nati per hobby che per necessità, come nel computer di bordo dotato di Android Auto, oppure in questo robot avanzato.