Alimentatori

Efficienza, Temperature, Rumorosità, test cross-load e immagini all’infrarosso

Pagina 5: Efficienza, Temperature, Rumorosità, test cross-load e immagini all’infrarosso

Efficienza

Usando i risultati della pagina precedente abbiamo stilato un grafico per mostrare l'efficienza dell'RM750x a bassi carichi, e carichi dal 10 al 110 percento della potenza massima dichiarata dell'alimentatore.

Result 12 8 Efficiency Graph r 600x450 JPG
Result 13 3 Efficiency 115V 230V r 600x450 JPG
Result 14 1 Efficiency 20 100 230V Comparison r 600x450 JPG
Result 15 2 Efficiency 40 100 230V Comparison r 600x450 JPG

L'RM750x che avevamo a disposizione si è dimostrato poco più efficiente rispetto all'RM750i provato in passato. Rispetto alla concorrenza si è comportato davvero bene, ma non è stato in grado di avvicinarsi alle piattaforme Seasonic di simile potenza.

Efficienza a bassi carichi

Nei seguenti test abbiamo misurato l'efficienza dell'RM750x con carichi decisamente inferiori rispetto al 10% della potenza massima del prodotto. I carichi sono stati fissati a 20, 40, 60 e 80 W. Questa serie di prove è importante per rappresentare il momento in cui il PC è in idle, con funzioni di risparmio energetico attivate.

Test # 12 V 5 V 3.3 V 5 VSB Power
(DC/AC)
Efficiency Fan Speed Fan Noise PF/AC
Volts
1 1.204A 0.491A 0.480A 0.195A 19.60W 68.58% 0 RPM 0 dBA 0.836
12.084V 5.041V 3.320V 5.035V 28.58W 115.1V
2 2.437A 0.989A 0.992A 0.395A 39.70W 79.16% 0 RPM 0 dBA 0.929
12.079V 5.040V 3.318V 5.030V 50.15W 115.1V
3 3.677A 1.476A 1.505A 0.594A 59.81W 83.92% 0 RPM 0 dBA 0.960
12.073V 5.041V 3.318V 5.026V 71.27W 115.1V
4 4.902A 1.985A 1.988A 0.795A 79.75W 85.82% 0 RPM 0 dBA 0.969
12.068V 5.042V 3.316V 5.023V 92.93W 115.1V

L'efficienza con carichi leggeri è molto buona. Con un carico di 60 e 80 watt l'RM750x ha superato facilmente l'80% e persino con un carico di 20 watt si è mantenuto vicino al 70%. In tutti i test la ventola di raffreddamento non è entrata in funzione, anche se la temperatura ambiente era vicina ai 40 °C.

Efficienza 5VSB

La specifica ATX afferma che l'efficienza 5VSB standby dovrebbe essere la più alta possibile, raccomandando un'efficienza del 50% o più con un carico di 100 mA, il 60% o più con 250mA di carico e il 70% o più con 1A o più di carico. Abbiamo svolto quattro misure: una ciascuna a 100, 250 e 1000mA, e una con il carico massimo che il canale 5VSB può gestire.

Test # 5VSB Power (DC/AC) Efficiency PF/AC Volts
1 0.101A 0.51W 77.27% 0.064
5.052V 0.66W 115.1V
2 0.251A 1.27W 80.38% 0.141
5.048V 1.58W 115.1V
3 1.002A 5.04W 80.51% 0.327
5.029V 6.26W 115.1V
4 3.002A 14.94W 79.68% 0.431
4.976V 18.75W 115.1V
Result 16 4 5VSB AVG Efficiency 115V 230V r 600x450 JPG
Result 17 5 5VSB AVG Efficiency Comparison r 600x450 JPG

Il canale 5VSB ha raggiunto livelli di efficienza molto buoni. Come potete vedere dalla tabella sopra è riuscito a raggiungere un'efficienza di oltre l'80% con un carico di 1A – un risultato che vale la pena evidenziare, dato che pochi alimentatori sono in grado di superare l'80% in questi test.

Consumi in idle e standby

Mode 12 V 5 V 3.3 V 5VSB Power (AC) PF/AC Volts
Idle 12.091V 5.043V 3.323V 5.043V 8.34W 0.470
115.1V
Standby 0.05W 0.005
115.1V
Result 18 6 STBY Consumption 115V 230V r 600x450 JPG
Result 19 7 STBY Consumption Comparison r 600x450 JPG

Nella tabella sopra troverete i consumi e le tensione di tutti i canali (eccetto -12V) quando l'alimentatore è in idle (acceso, ma senza alcun carico sui propri canali) e il consumo quando l'alimentatore è in standby – senza alcun carico su 5VSB.

Il consumo in standby è stato estremamente basso sia con una tensione di 115 che 230 volt. Questo gioca un ruolo chiave sugli elevati livelli di efficienza del canale 5VSB, specialmente con carichi ridotti.

Velocità ventola, differenza di temperatura e rumorosità

Il primo grafico sotto illustra la velocità della ventola di raffreddamento e la differenza tra temperatura in ingresso e uscita. I risultati sono stati ottenuti con temperature ambiente da 39 °C a 49 °C. Il grafico successivo mostra la velocità della ventola e la rumorosità. Abbiamo misurato il rumore a un metro di distanza, all'interno di una piccola camera anecoica artigianale con interni completamente coperti da materiale insonorizzante (il kit be quiet! Noise Absorber). Il rumore in sottofondo all'interno della camera era inferiore a 18 dB(A) durante il test e i risultati sono stati ottenuti con l'alimentatore in funzione a una temperatura ambiente tra 39 °C e 49 °C.

Result 20 29 Fan RPM Delta Graph r 600x450 JPG
Result 21 30 Fan RPM Noise Graph r 600x450 JPG

Il seguente grafico illustra la rumorosità della ventola rispetto all'intera gamma operativa dell'alimentatore. Le stesse condizioni del grafico sopra si applicano alle nostre misure, anche se la temperatura ambiente era tra 28 °C e 30 °C.

CL fan w 600

Il carico elevato che abbiamo applicato dall'inizio sui canali minori ha portato a una modalità passiva molto ridotta. Abbiamo notato lo stesso comportamento nell'RM750i, quindi più probabilmente si tratta di un capriccio specifico di questa piattaforma. Nonostante la breve modalità passiva durante i test cross-load, l'alimentatore è riuscito a operare generalmente in modo silenzioso.

Test cross-load

Per generare le seguenti classifiche abbiamo impostato i nostri carichi sulla modalità automatica tramite un software personalizzato prima di provare oltre 1000 possibili combinazioni di carico con i canali +12V, 5V e 3,3V. Le deviazioni di regolazione del carico in ogni classifica sotto sono state calcolate prendendo i valori nominali dei canali – (12V, 5V e 3,3V) come punto zero.

Grafici sul bilanciamento del carico

CL 5V r 600x450 JPG
CL 12V r 600x450 JPG
CL 33V r 600x450 JPG

Grafici efficienza

CL efficiency w 600

Grafici ripple

CL ripple 5V r 600x450 JPG
CL ripple 5VSB r 600x450 JPG
CL ripple 12V1 r 600x450 JPG
CL ripple 33V r 600x450 JPG

Immagini all'infrarosso

Verso la fine dei test di carico abbiamo scattato alcune foto dell'alimentatore con la nostra videocamera FLIR E4 modificata che raggiunge a risoluzione all'infrarosso di 320×240 (76.800 pixel).

Abbiamo messo sotto torchio l'alimentatore come potete vedere dalle immagini termiche sopra. Nello scenario peggiore la temperatura operativa dei diversi componenti è stata ben superiore ai 70 °C e la temperatura molto elevata non è sembrata influenzare le prestazioni in modo evidente. Durante il test di sovraccarico con una temperatura ambiente di 49,5 °C, il raddrizzatore a ponte è arrivato fino a 116 °C.

Nonostante tutto quella temperatura molto elevata non ha posto problemi al funzionamento di questo specifico componente. Al contrario più alta è la temperatura operativa del raddrizzatore a ponte più bassi sono i cali di tensione sui propri diodi. Perciò l'efficienza è maggiore perché viene dispersa meno energia.