CPU

Rendering, codifica e compressione

Pagina 10: Rendering, codifica e compressione

Rendering

I carichi di lavoro che sfruttano i thread rimangono un punto di forza dei processori AMD Zen e il loro alto numero di core. Molti di questi carichi stressano il sottosistema di memoria, cosa che riduce il vantaggio dell'elevato numero di core di Threadripper 2990WX a causa dell'accesso ai controller di memoria remoti.

La gamma Ryzen domina i test multi-core Cinebench e POV-Ray, ma il 2990WX garantisce solo un aumento prestazionale del 35% rispetto al 2950X in POV-Ray. Vediamo uno scaling migliore dal 2990WX in Cinebench, dove le prestazioni salgono del 66%.

Corona scala anch'esso bene sul Threadripper 2990WX, scatenando la magia dei suoi 64 thread. I processori Intel hanno comunque il vantaggio nelle prestazioni per core, come dimostrato dai test single core POV-Ray e Cinebench, ma è facile vedere che il progetto multi-die di AMD può aiutare a minimizzare quel vantaggio con i core extra nei carichi che sfruttano i thread.

Codifica e compressione

I nostri test di compressione e decompressione che sfruttano i thread lavorano direttamente nella memoria di sistema rimuovendo il throughput dell'archiviazione dall'equazione. Questo carico beneficia pesantemente del threading, ma che sia il throughput di memoria o uno scaling software non ottimale, c'è qualcosa che impedisce al 2990WX di scatenare il suo pieno potenziale.

Il 2950X, che ha due die equipaggiati con controller di memoria, offrono un buon incremento rispetto al suo predecessore a impostazioni stock. Il Core i9-7980XE regna supremo in questo test, il che può essere per via del suo singolo die monolitico e l'architettura mesh che facilita un bandwidth molto maggiore verso i core. Di contro il test di decompressione illustra le incredibili prestazioni del 2990WX quando i core sono correttamente alimentati.

y-cruncher, un programma single e multi-thread che calcola il Pi usando istruzioni AVX, è un grande test per misurare le prestazioni AVX di Threadripper 2. Il Core i9 usa due unità FMA AVX 256 bit per core che operano in parallelo, laddove l'architettura Zen divide le operazioni AVX a 256 bit lungo due unità FMA per core. Questo significa che i due die extra del 2990WX mettono in gioco molte più prestazioni AVX, a patto che possiate fornire operazioni AVX a sufficienza. Il 2990WX è quasi al vertice del grafico, ma lo scaling non è ottimale rispetto al 2950X con metà delle unità AVX. Questo potrebbe di nuovo essere legato a un throughput di memoria o uno scaling software non ottimali.

La stessa situazione emerge in Handbrake. AMD ha detto durante il suo briefing con la stampa che Handbrake è dipendente dalla cache e non usa completamente i core, perciò i miglioramenti prestazionali sono inferiori alle attese. Handbrake x265, che usa una maggiore distribuzione di istruzioni AVX rispetto al test H264, porta a un vantaggio prestazionale minimo per il 2990WX rispetto al 2950X. Pensiamo che l'accesso di memoria giochi un ruolo di primo piano in questo risultato con uno scaling del software non ottimale.