Monitor

Samsung ottimizzerà le nuove TV QLED per il gaming

Il mondo videoludico sta diventando sempre più importante, costringendo non solo i produttori di monitor ma anche i produttori di TV ad ottimizzare i propri pannelli, introducendo a volte anche nuove tecnologie, in modo da offrire un’esperienza visiva migliore.

LG è stato il primo produttore ad aver apportato nuove migliorie all’interno delle sue TV OLED top di gamma del 2019. I modelli B9, C9 ed E9, oltre ad essere stati ottimizzati per il gaming, sono stati anche tra i primi con supporto al G-Sync, ovvero la tecnologia proprietaria di Nvidia in grado di adattare il refresh rate del pannello al numero di fotogrammi generati dal PC. Questi tre modelli di LG sono inoltre in grado di gestire una frequenza di aggiornamento di 120Hz alla risoluzione di 1440p.

Samsung non è stata con le mani in mano, infatti i modelli QLED del 2019 sono stati ottimizzati in modo da offrire delle sessioni di gioco più coinvolgenti e reattive, il tutto condito da un input lag relativamente basso. Visto che ormai la nona generazione di console è alle porte, la casa coreana sta progettando le sue nuove TV in modo da fornire un’esperienza videoludica senza precedenti, introducendo nuove tecnologie come l’adaptive sync.

Samsun QLED 2020

Per rendere ancor di più appetibili i prossimi televisori QLED, Samsung introdurrà:

  • Risoluzione 4K con frequenza di aggiornamento a 120Hz per sfruttare il nuovo standard HDMI 2.1;
  • Piena compatibilità con FreeSync Premium in modo da ridurre al minimo lo stuttering e il tearing;
  • Tempi di risposta estremamente ridotti, arrivando ad un massimo di 9,8ms;
  • Modalità Game Motion Plus in grado di minimizzare il motion blur e l’effetto halo;
  • Auto Game Mode, ovvero una modalità che permetterà alla nostra console di ottimizzare automaticamente la TV in modo da avere il refresh rate più alto possibile, un input lag molto basso e godere di un’esperienza di gioco senza pari;
  • Dynamic Black EQ, un equalizzatore dei neri in grado di donare dei contrasti ancora più vividi ma senza perdere dettaglio nelle zone molto scure;
  • Object Tracking Sound” una tecnologia che renderà ancor più immersivo il suono;
  • Multi-View, una modalità del tutto analoga al PIP (Picture in Picture), che ci permetterà di utilizzare due sorgenti contemporaneamente semplicemente dividendo lo schermo.

La prossima generazione di console non porterà solo benefici in ambito ludico, ma anche in ambito visivo. Le nuove feature che Samsung introdurrà nei modelli QLED 2020 sono davvero impressionanti e saranno sicuramente una gioia per i nostri occhi, un po’ meno per il nostro conto in banca.

Se cercate una nuova TV senza badare a spese, date un occhio a LG B9 55″, disponibile a 1150 euro su Amazon.