Tom's Hardware Italia
SURFACE

Il Surface pieghevole di Microsoft eseguirà le app Android?

Alcune indiscrezioni vorrebbero Microsoft al lavoro su un Surface con display pieghevole, nome in codice Centaurus, dotato di 5G e SoC Intel Lakefield.

Jeff Lin, analista di IHS Markit che si occupa principalmente di elettronica di consumo, ha confidato ai colleghi di Forbes che Microsoft starebbe lavorando a un dispositivo Surface pieghevole, nome in codice Centaurus, che dovrebbe arrivare nella prima metà del 2020.

Il nuovo Surface pieghevole sarebbe dotato di due schermi da 9 pollici con rapporto d’aspetto 4:3, ed equipaggiato con una nuova versione di Windows 10 denominata Windows Core OS, qui ottimizzata per dispositivi dual screen.

Secondo le indiscrezioni Centaurus sarebbe un dispositivo always connected, dotato di connettività 5G o LTE. Grazie a Windows Core sarebbe inoltre in grado di eseguire applicazioni sviluppate per dispositivi Android.

L’esecuzione nativa di applicazioni Android è un argomento che rimanda ad Andromeda, il sistema operativo “modulare” che Microsoft stava sviluppando qualche anno fa, che sarebbe stato in grado di adattarsi a qualsiasi dispositivo e – appunto – di eseguire app Android. Windows Core OS non dovrebbe essere altro che una evoluzione di questo progetto, e quindi pare quasi scontato che venga supportata l’esecuzione delle app in questione.

Lato hardware non sono state rivelate molte specifiche, ma l’unica di cui siamo a conoscenza è piuttosto interessante: il nuovo Microsoft Surface sarebbe infatti mosso da un SoC  Intel Lakefield, prodotto a 10 nanometri e “unione” di core di classe Core e Atom.

Come vi abbiamo raccontato in passato, Lakefield è stato sviluppato da Intel ispirandosi all’idea big.LITTLE di ARM e creato grazie a Foveros, la tecnologia di packaging 3D che permette di impilare core diversi su un interposer dove sono contenute tutte le interconnessioni.

Il primo prodotto Lakefield è nato dalla richiesta di un OEM, che aveva la necessità di un chip in grado di consumare non più di 2 mW in idle. Non si è mai saputo chi fosse questo fantomatico cliente, ma se quanto detto da Jeff Lin si rivelasse vero, con tutta probabilità potrebbe trattarsi proprio di Microsoft.

Per quanto riguarda invece gli schermi, Windowscentral afferma che – secondo le loro fonti – non si tratterà di un unico display pieghevole, come ad esempio quello visto recentemente sul tablet presentato da Lenovo, bensì saranno due schermi divisi con le caratteristiche citate in precedenza: diagonale da 9 pollici e rapporto d’aspetto 4:3.

Non si sa nulla, almeno per il momento, riguardo l’annuncio ufficiale del nuovo Surface Centaurus, ma il dispositivo potrebbe mostrarsi per la prima volta al pubblico durante un non meglio specificato evento hardware che si terrà a fine ottobre.