Schede Grafiche

Una foto svela i dettagli di Intel Arc DG2: ci saranno 6GB di memoria

Continuano a spuntare in rete nuove informazioni inerenti alle prossime schede grafiche Intel dedicate al mondo dei videogiocatori. La prima generazione, “Alchemist“, conosciuta precedentemente come Xe-HPG DG2, sarà lanciata nel corso del primo trimestre del prossimo anno e realizzata sul nodo produttivo a 6nm di TSMC. Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, le GPU offriranno supporto al Ray Tracing hardware e implementeranno anche unità dedicate all’IA. Intel, inoltre, ha già affermato di essere al lavoro per fornire driver costantemente ottimizzati per tutti i videogiochi.

Intel Xe Alchemist

Nella giornata di ieri, vi abbiamo già parlato della presunta nomenclatura adottata da Intel, sia per Alchemist che per le successive serie Battlemage, Celestial e Druid. Oggi, invece, vi mostriamo una prima foto, seppur piuttosto sfocata, della GPU DG2-128, pubblicata originariamente sul forum ChipHell e riportata dai colleghi di Wccftech. L’utente che diffuso l’immagine, che trovate anche a corredo di questa notizia, ha affermato che la scheda è estremamente piccola se confrontata ad altri modelli di Intel e altri produttori, oltre a consumare appena 65W.  Il leaker ha inoltre detto che la scheda è dotata di 6GB di memorie GDDR6 su, probabilmente, un bus a 96 bit, dato che l’interfaccia a 192 bit è prevista per modelli di fascia più alta.

Credit: ChipHell
Intel Arc Alchemist Leak

Qualche settimana fa, era stata avvista una variante mobile di Alchemist nel database di Geekbench 5 che presentava 512 Execution Unit (EU) con una frequenza massima di 1,8GHz. Si trattava presumibilmente di un primo engineering sample, quindi le frequenze finali potrebbero essere più elevate. Intel aveva abbinato la scheda al processore Core i7-11800H (Tiger Lake), suggerendo che i prossimi notebook basati sulla stessa famiglia di processori saranno probabilmente dotati anche di Alchemist. Per ulteriori dettagli a riguardo, vi consigliamo di leggere il nostro precedente articolo dedicato.