Tom's Hardware Italia
Memorie

XPG Overclocking Lab (XOCL), ADATA vuole portare le RAM a un nuovo livello

ADATA ha aperto gli XPG Overclocking Lab (XOCL), una nuova struttura nel suo quartier generale dove testerà le DRAM alla ricerca di nuove vette prestazionali.

ADATA Technology ha annunciato gli XPG Overclocking Lab (XOCL), una struttura all’interno del suo quartier generale di Nuova Taipei, Taiwan, dove le prestazioni di memoria saranno spinte al limite. Un lavoro che non sarà fine a sé stesso, ma che si riverserà anche sui prodotti destinati al pubblico generalista, dato che consentirà di avere una migliore conoscenza dei limiti delle memorie, assicurandone la stabilità in ogni condizione.

“XOCL è la prima struttura del suo genere tra i produttori mondiali di DRAM, ed è un’espansione dei continui sforzi di ADATA di raggiungere velocità di memoria da record”, sottolinea l’azienda.

“Con la crescente domanda di moduli di memoria in grado di operare a frequenze sempre più alta, ADATA ritiene che il futuro dell’overclock risieda oltre le consolidate tecniche di raffreddamento ad aria e a liquido“, ha affermato Stin Liao, direttore della ricerca e sviluppo di ADATA Technology. “La missione di XPG Overclocking Lab è di esplorare nuovi metodi potenzialmente più efficaci in grado di superare la soglia delle velocità di memoria e inserirli nei prodotti XPG a vantaggio degli utenti”.

Per arrivare al suo scopo XOCL cercherà di siglare partnership con altri produttori di hardware e overclocker, sulla scia di quanto fatto con MSI questa estate, quando sono riuscite a portare le XPG SPECTRIX D80 RGB a 5531 MHz con raffreddamento ad azoto liquido.