Spazio

La sonda NASA Juno sarà nei pressi di Ganimede lunedì

Lunedì la sonda spaziale Juno della NASA che orbita attorno a Giove dal 2016, si avvicinerà alla più grande luna di Giove, Ganimede, a renderlo noto l’agenzia stessa in un comunicato stampa. Le informazioni raccolte da Juno forniranno informazioni sulla composizione della luna e sul guscio di ghiaccio, oltre a fornire dati per future missioni su Giove (Clicca qui per acquistare un libro sullo spazio).

Spazio

“Juno porta una serie di strumenti in grado di vedere Ganimede in modi mai prima possibili”, ha affermato il ricercatore principale Scott Bolton del Southwest Research Institute di San Antonio. “Volando così vicino, porteremo l’esplorazione di Ganimede nel 21° secolo, integrando le missioni future con i nostri sensori unici e aiutandoci a prepararci per la prossima generazione di missioni nel sistema gioviano”.

Queste missioni includono l’Europa Clipper della NASA (data di lancio ancora da definire) e la missione JUpiter ICy moons Explorer [JUICE] dell’Agenzia spaziale europea, che dovrebbe essere lanciata il prossimo anno e arrivare a Giove nel 2029.

La luna Ganimede è più grande di Mercurio ed è l’unica luna del sistema solare con una propria magnetosfera. La JunoCam, che ha scattato molte delle foto più sorprendenti di Giove durante la sua missione, sarà in grado di scattare solo circa cinque immagini durante il sorvolo, dal momento che Ganimede apparirà e svanirà dalla vista entro una finestra di venticinque minuti. Tre ore prima che Juno raggiunga il punto più vicino vicino a Ganimede, i suoi strumenti scientifici inizieranno a raccogliere dati.

Spazio

“Letteralmente ogni secondo conta”, ha affermato Matt Johnson, responsabile della missione Juno presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA. “Lunedì, supereremo Ganimede a quasi 19 chilometri al secondo”. E meno di 24 ore dopo, la sonda farà il suo 33° passaggio scientifico di Giove.

Si prevede che Juno si avvicinerà più vicino a Ganimede verso le 13:35 ET di lunedì. Anche voi da casa potete tener traccia del percorso di Juno a questo link condiviso proprio dalla NASA.