Apple

Apple, addio ad iTunes: ecco come si sincronizza adesso l’iPhone con il Mac

Apple ha rilasciato macOS Catilina nella serata di lunedì. Tra le varie novità introdotte dal nuovo sistema operativo desktop dell’azienda di Cupertino, una delle più rilevanti è il pensionamento di iTunes. Il gigante californiano ha infatti introdotto tre nuovi applicativi (TV, Podcast, Musica), che hanno definitivamente sostituito lo storico programma.

iTunes però svolgeva un compito importante in relazione agli iPhone. Gli smartphone Apple venivano infatti sincronizzati con i Mac proprio attraverso il software in questione che, tra l’altro, poteva essere utilizzato anche per realizzare un backup cablato, senza dover dunque necessariamente passare da iCloud.

Cosa accade dunque adesso collegando un iPhone a un Mac? Semplice, lo smartphone Apple viene visualizzato come fosse un disco esterno attraverso il Finder, ovvero l’applicativo utilizzato in macOS per gestire tutte le cartelle interne al computer. Come potete vedere dalle schermate infatti, sulla colonna di sinistra del programma, nella sezione “posizioni”, ecco comparire la voce dedicata all’iPhone collegato.

La schermata approntata da Apple per sincronizzare l’iPhone e gestirne i contenuti è la medesima vista per anni su iTunes. Rispetto al passato però, i contenuti stessi vengono pescati dai nuovi applicativi introdotti dall’azienda di Cupertino. Ad esempio, volendo trasferire dei brani musicali sullo smartphone, bisognerà creare una libreria all’interno del nuovo programma “Musica”.

Per quanto riguarda invece la possibilità di effettuare un backup dell’iPhone, tutto va gestito direttamente dal Finder, in particolare nella sezione “generali” della schermata che appare una volta collegato lo smartphone al Mac. È possibile selezionare tra il backup in locale sul computer e quello su iCloud, a seconda delle preferenze.

Resta da capire se questa scelta di Apple di eliminare iTunes possa, alla lunga, effettivamente semplificare la vita agli utenti. Del resto, prima dell’avvento di macOS Catalina, tutto veniva gestito da un unico applicativo, mentre oggi ce ne sono tre. Probabilmente sarebbe stato più sensato svecchiare e migliorare iTunes, ma tant’è. Attendiamo qualche settimana per una valutazione definitiva.

iPhone 11 nella versione con 64 GB di memoria interna è disponibile all’acquisto su Amazon tramite questo link.