Android

Coronavirus, Exprivia e FISM lanciano l’app “iorestoacasa”: cos’è?

La Federazione delle Società Medico Scientifiche Italiane (FISM), in collaborazione con Exprivia, ha lanciato l’applicazione “iorestoacasa” per una valutazione del livello di attenzione che l’utente deve avere sulla base dei sintomi e dei comportamenti adottati nell’ultimo periodo. Prima di spiegare il suo funzionamento, è bene specificare che l’app non ha alcuna “finalità di diagnosi, prevenzione, monitoraggio, previsione, prognosi, trattamento o attenuazione di malattie e non si sostituisce in alcun modo alle decisioni del medico competente”.

L’obiettivo è quello di porre delle domande all’utente per calcolare il livello di attenzione da tenere. L’applicazione pone una serie di interrogativi che indagano su sintomi, viaggi, famiglia, abitudini e vaccini fatti. In base alle risposte fornite, l’analisi mostrerà il livello di attenzione tra alto, medio o basso. Come potete vedere dagli screenshot presenti all’interno dell’articolo, nel caso di livello di attenzione basso l’applicazione ricorderà di seguire rigorosamente le misure del DPCM 11 Marzo 2020 ricordando che gli spostamenti sono consentiti solo in caso di comprovata necessità.

Nel caso, invece, il risultato sia “livello di attenzione alto”, oltre alle misure del DPCM, l’utente viene invitato a contattare il proprio medico (o sostituto) e a seguire il vademecum dell’Istituto Superiore della Sanità a questo link. È chiaro dunque come l’obiettivo ultimo sia quello di fornire uno strumento utile per i cittadini volto ad avere una maggiore consapevolezza del proprio livello di rischio. Ribadiamo che non si tratta in alcun modo di uno strumento di diagnosi o monitoraggio.

L’app sarà successivamente dotata di funzionalità multi-canale e chatbot gestiti da Intelligenza Artificiale per permettere alle Autorità di disporre di un’ampia mole di dati utili, elaborati e di facile lettura. Il dottor Franco Vimercati, presidente della FISM – a cui aderiscono le società mediche scientifiche del nostro Paese accreditate con il Ministero della Salute – afferma che “la condivisione delle informazioni scientifiche è assolutamente indispensabile per promuovere comportamenti corretti e sicuri tra gli operatori sanitari e le persone che possono sentirsi disorientate o confuse dalla moltitudine di notizie che circolano in questi giorni”.

L’applicazione “iorestoacasa” è già disponibile per gli utenti Android tramite il Play Store e presto lo sarà anche per gli utenti iOS.