Android

Mercato smartphone: segni di ripresa nel Q3 2020, Xiaomi scalza Apple

Il mercato smartphone ha mostrato segni di ripresa nel terzo trimestre del 2020. È quanto emerge dai dati diffusi dalle società di ricerca IDC, Canalys e Counterpoint che hanno dipinto un quadro in cui Xiaomi sale sul podio, facendo scivolare Apple al quarto posto complice anche il ritardo della presentazione dei nuovi iPhone 12. Samsung, invece, si riprende la testa della classifica mentre Huawei difende il secondo posto nonostante un calo importante rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

In generale, le ricerche hanno evidenziato un calo delle spedizioni di globali di circa l’1% su base annua ma con una crescita interessante rispetto al trimestre precedente. A sorprendere è ancora una volta Realme che – restando comunque fuori dalla top 5 – si posiziona in settimana posizione. Secondo i dati riportati da Counterpoint, il giovane brand cinese ha venduto 14,8 milioni di smartphone nel periodo di riferimento mettendo a segno una crescita trimestrale del 132%.

Credit - IDC

Samsung in prima posizione ha spedito circa 80 milioni di dispositivi con una crescita del 2%. La percentuale di quota di mercato differisce di pochissimo tra le tre classifiche stilate, andando comunque dal 22% di Counterpoint al 23% di Canalys. Ha di che sorridere anche Xiaomi. Con oltre 46 milioni di unità spedite è riuscita a crescere del 42% – secondo IDC – rispetto al terzo trimestre del 2019. Numeri che hanno permesso alla società guidata da Lei Jun di scalzare Apple, che nel Q3 2020 si ritrova ad occupare la quarta posizione.

Credit - Canalys

A influire sulla posizione del colosso di Cupertino potrebbe esserci il ritardo della commercializzazione della nuova generazione di iPhone 12. È probabile dunque che possa recuperare nel trimestre attualmente in corso. Per il periodo di riferimento, Apple sembra aver spedito oltre il 10% di iPhone in meno. A fare peggio c’è Huawei, in terza posizione, che con 51 milioni di unità spedite è scesa del 22-24% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I motivi di questi risultati li conosciamo tutti e sono riconducibili ai divieti imposti dagli Statu Uniti che hanno reso gli smartphone del gigante di Shenzhen meno attraenti agli occhi degli utenti occidentali.

In tutto ciò, si affaccia sulla scena globale anche vivo, di cui vi abbiamo parlato in un articolo dedicato. L’azienda asiatica, in quinta posizione, continua piano piano ad aumentare la propria quota di mercato e a crescere, seppur a un ritmo più lento di quello di Realme.

iPhone 12 è disponibile all’acquisto su Amazon anche nella variante Pro. Li trovate a questo link.