Telefonia

Modem Libero, TIM: passaggio gratuito a offerta equivalente senza rate

I clienti TIM che hanno sottoscritto un contratto di rete fissa che prevede l’addebito a rate per il modem incluso possono passare gratuitamente a un’offerta equivalente, smettendo di pagare le rate. È questa una parte della comunicazione data oggi dall’operatore telefonico per dare concretezza alla delibera AGCOM del 31 dicembre 2018, confermata poi dal TAR del Lazio. In pratica, è diritto dell’utente scegliere di utilizzare un modem diverso da quello fornito dal proprio operatore. Di seguito, riportiamo le condizioni di TIM.

Ai clienti che hanno sottoscritto, in data antecedente al 1 dicembre 2018, un’offerta che prevedeva la vendita abbinata del modem TIM, ed hanno ancora in corso il piano di pagamento rateale del relativo prezzo di acquisto alla data del presente avviso, è riconosciuta la facoltà di aderire gratuitamente ad un’offerta commerciale equivalente, che non vincola l’utilizzo del modem attraverso l’addebito delle rate residue in fattura” si legge nella comunicazione ufficiale. La possibilità dunque è offerta solamente per i contratti stipulati prima di dicembre 2018.

Passando a un’offerta commerciale equivalente, l’utente non dovrà più pagare le rate residue relative al modem e non ci sarà nessun altro aggravio di costi. I clienti interessati possono fare richiesta entro il 31 maggio 2020 attraverso l’Area Clienti dell’applicazione MyTIM o contattando il Servizio Clienti al 187.

È doveroso sottolineare che TIM ha impugnato in via amministrativa la delibera dell’AGCOM. Per cui, in caso in di esito favorevole, l’operatore si riserva di diritto di richiedere le rate del modem dovute e non pretese ai clienti che avranno aderito all’offerta commerciale equivalente.

P30 Pro, il primo con fotocamera periscopica, è disponibile all’acquisto su Amazon a meno di 560 euro. Lo trovate a questo link.