Tom's Hardware Italia
Android

Qualcomm: Snapdragon riconoscerà i nostri gesti

Qualcomm annuncia ufficialmente l'acquisizione di GestureTek, azienda che lavora nel settore dei riconoscimento dei movimenti. Le nuove proprietà intellettuali consentiranno di realizzare interfacce gestuali nei dispositivi basati sulla piattaforma Snapdragon, già da questa generazione.

Qualcomm ha annunciato di aver acquisito la tecnologia di riconoscimento dei movimenti realizzata da GestureTek. Steve Mollenkopf, vice presidente esecutivo dell’azienda, ha commentato l’operazione sottolineando che i nuovi system-on-chip dell’azienda consentiranno di realizzare interfacce gestuali per l’intrattenimento domestico e per i dispositivi mobile.

“L’acquisizione di questa tecnologia chiave di GestureTek rafforza il portfolio di prodotti Qualcomm e permette ai nostri clienti di creare prodotti con nuove ed entusiasmanti esperienze“, dichiara Mollenkopf.

Qualcomm assicura che i brevetti di GestureTek, impegnata da 25 anni nel settore del riconoscimento dei gesti, saranno integrati già da questa generazione di SOC Snapdragon. L’obiettivo dell’azienda è di dare la possibilità ai produttori di smartphone, tablet, PC e dispositivi per l’intrattenimento di creare nuove interfacce utente basate sul movimento degli utenti.

Quest’acquisizione dà a Qualcomm la proprietà intellettuale delle tecnologie di GestureTek, oltre all’accesso a diverse risorse chiave di engineering.

I prossimi SOC di Qualcomm permetteranno di riconoscere i movimenti grazie alla tecnologia di GestureTek

Dopo la notizia di un probabile arrivo di Kinect sui dispositivi portatili (Microsoft: un Kinect in miniatura per gli smartphone?) sembra proprio che il futuro della tecnologia mobile passi attraverso il riconoscimento dei gesti.

Quello che non è ancora chiaro è se questa tecnologia riuscirà a sostituire completamente gli attuali sistemi di input o se rimarrà soltanto una gradita aggiunta, da affiancare a interfacce più tradizionali e consolidate.