Tom's Hardware Italia
Android

Smartphone pieghevole: Samsung avrebbe inviato il suo schermo a Apple e Google

Secondo un rapporto di ET News, Samsung avrebbe inviato dei campioni del suo Infinity Flex Display a Google e Apple. Così l'azienda si prepara il terreno per la fornitura di pannelli flessibili per i prossimi smartphone pieghevoli.

La nuova tendenza del marcato smartphone sembra essere quella del display flessibile. Nei giorni scorsi, Samsung e Huawei hanno svelato i loro modelli: rispettivamente Galaxy Fold e Mate X. La casa sudcoreana rilascerà il suo innovativo terminale il mese prossimo e, secondo un rapporto di ET Newsavrebbe inviato dei campioni del suo Infinity Flex Display a Google e Apple.

Questo non vuol dire che i due produttori stiano pianificando di rilasciare presto il loro smartphone pieghevole, ma semplicemente che Samsung intende giocare d’anticipo e conquistare una posizione di privilegio come fornitore di pannelli pieghevoli. Secondo la fonte, i pannelli inviati a Cupertino e a Mountain View avrebbero una diagonale di 7,2 pollici (0,1 pollici in meno al Galaxy Fold).

Ricordiamo che Samsung fornisce già ad Apple i pannelli OLED per gli iPhone e che ha collaborato a stretto contatto con Google per l’ottimizzazione dell’interfaccia utente per lo smartphone pieghevole. Il produttore di Seul cerca, dunque, di beneficiare del passaggio al nuovo rapporto di forma ed è ovvio che spera che ci sia sempre una maggiore adozione di pannelli pieghevoli in futuro.

Secondo il rapporto, inoltre, Samsung avrebbe la capacità di produrre 10 milioni di unità l’anno per poter rispondere alla domanda futura del mercato. Attualmente, può produrre 200 mila unità al mese pari a 2,4 milioni su base annua. Allo stato attuale, è difficile dire quale sarà l’andamento di questa nuova tecnologia ma in un mercato ormai saturo come quello smartphone questa potrebbe essere l’innovazione che la maggior parte dei marchi potrebbe portare avanti.

Huawei Mate 20 Pro è disponibile all’acquisto attraverso Amazon con una cover in omaggio. Lo trovate a questo link.