Giochi PC

Abissi di Ashina

Pagina 10: Abissi di Ashina

Oggetti importanti: Grani di Rosario x6 – Chiave del Santuario al Fortino (Stanza di Kuro) – Scaglia della Carpa del Tesoro x3 – Fiaschetta Chiazzata Viola – Sakè Fonte di Drago – Brace di Resina di Pino – Semi di Zucca x1 – Respiro Vitale: Ombra – Tecnica Respiratoria Mibu – Pietra del Riparo – Occhi Rossi di Carpa.

Pregate all’Idolo dello Scultore “Abissi di Ashina” e preparatevi per il vostro prossimo scontro con il boss Occhi di Serpente Shirahagi.

Sconfitta otterrete dei Grani di Rosario. Proseguite lungo la caverna alle sue spalle ma prima di seguire il corridoio macchiato di sangue guardate in alto a sinistra per trovare un appiglio: continuate lungo quella strada finché dovrete chinarvi per proseguire ma anziché andare fino in fondo, salite sul muro a sinistra non appena il passaggio si allarga. Da lì usate il rampino per arrampicarvi sulla testa della statua e trovare dei Grani di Rosario. Tornate sui vostri passi, continuate lungo il cunicolo basso, lasciatevi cadere nella grotta e andate avanti fino all’Idolo dello Scultore “Foresta Nascosta”. Adesso è un buon momento per tornare nella Stanza di Kuro così da potenziare eventualmente la Fiaschetta Curativa se non l’avete ancora fatto e parlare con lui, che vi metterà al corrente di diverse informazioni. Inoltre, dandogli la Rugiada di Ciliegio aumenterà le vostre sfere di resurrezione a tre. Accanto a lui potete raccogliere la Chiave del Santuario al Fortino, che vi servirà poi quando affronterete il percorso della Forra. Fatto questo, tornate alla Foresta per proseguire il viaggio.

Tutta l’area sarà avvolta nella nebbia, dalla quale emergono nemici non particolarmente forti e anzi utili per ottenere esperienza ma pericolosi per il fatto che non si può decretarne il numero né la posizione. Partendo dall’idolo vedete davanti a voi un falò e una statua: raggiungete quell’area facendo attenzione ai galli ed evitando di cadere poiché sotto di voi è anche in agguato un Senza Testa, boss fra i più difficili da buttare giù e per il quale non siete ancora pronti. Raccogliete la sfera Mibu dell’Anima dove si trova il primo gallo, proseguite fino al punto indicato e parlate con l’uomo accasciato contro la statua per sapere dell’esistenza di una creatura causa della nebbia che vi circonda e nell’area successiva, passati i due galli, tenete la sinistra facendo attenzione ai nemici. Raccogliete lungo la strada della polvere da sparo gialla, del farmaco blu, un borsello leggero (100 sen) e dell’unguento da un punto controllato a vista da diversi nemici, poi guardate in alto fino a trovare un ramo al quale agganciarvi con il rampino: è possibile che dalla vostra posizione non riusciate ad arrivarci, vi basterà risalire il terreno per essere a tiro. Raggiungerete una zona controllata da alcune scimmie e un boss, Tokujiro il Ghiottone. Eliminate prima le scimmie, portatevi dall’altro lato sfruttando il rampino e tenete un basso profilo di modo che lo spadaccino smetta di cercarvi e torni alla sua posizione, così da infliggergli un Colpo Mortale. Il suo pattern è identico a quello di Juzou l’Ubriacone, quindi sapete come gestirlo.

Sconfitto otterrete del sakè scadente e dei Grani di Rosario. Raccogliete il pugno di fuliggine vicino al falò e andando un po’ più avanti potete appendervi alla parete per raccogliere delle compresse. Da questo punto continuate agganciandovi al ramo con il rampino e seguendo la strada, ricordandovi di raccogliere l’ammasso di adipe, arrivate fino al grosso ramo che dà sul secondo piano del tempio abbandonato, da cui proviene la musica. Entrate dall’unico punto di accesso sul fronte dell’edificio e affrontate il boss Nobile della Nebbia: è uno scontro molto facile poiché non solo potete mettere a segno un Colpo Mortale ma il nemico è totalmente inerme.

Da lui otterrete solo dell’ammasso di adipocera ma in compenso la nebbia si dissolverà permettendovi di proseguire dritto davanti a voi. Raccogliete il confetto di Yashariku e le compresse, poi sfruttate i rami per calarvi sempre più in basso e arrivare all’Idolo dello Scultore “Villaggio di Mibu”. Scendete e guardate a destra per vedere uno shinobi di guardia lungo il corso d’acqua, arrivategli alle spalle così da eliminarlo senza combattere, ottenendo exp facili e della magnetite di recupero, raccogliete la Scaglia della Carpa del Tesoro poi andate dal mercante Adepto Esiliato dal quale comprare la Fiaschetta Chiazzata Viola (1800 sen), il Sakè Fonte di Drago (1000 sen) e Scaglia di Carpa del Tesoro x2 (500 sen). Da qui proseguite mantenendovi sulla destra, raccogliete l’ammasso di adipe vicino alla prima delle due case e continuate rasente alla parete fino a raggiungere due barche ormeggiate, dove troverete delle compresse.

Usate il rampino per portarvi a livello del terreno e proseguite verso il fondo raccogliendo l’unguento e il pugno di fuliggine. Salite dove c’è la scala a pioli per raccogliere un frammento di adamantite e la Brace di Resina di Pino utile a potenziare il Getto Ardente. Farlo attirerà da voi diversi nemici, tra cui due giganti con la campana, che siete liberi di affrontare o evitare. Per sfuggire loro guardate in alto a sinistra e troverete un appiglio per il rampino, sfruttatelo e proseguite raccogliendo la sfera Mibu dell’Anima. Raggiungete la sponda opposta, in direzione dell’albero di fronte al quale stanno pregando molti abitanti ma fate attenzione ai petali di ciliegio sul terreno: passarci sopra significa essere catturati da un nemico, il che potrebbe attirare gli altri e farvi subire danni mentre vi liberate dalla presa.

Raccogliete della polvere da sparo nera, mentre ai piedi dell’albero vi aspettano dei Semi di Zucca e una sfera Mibu dell’Anima. Fate il giro dell’albero e lungo il sentiero più basso raccogliete delle compresse, poi tenetevi sulla destra, superate la barricata, raccogliete la sfera Mibu dell’Anima dal tempio votivo ed esplorate le case sulla sinistra per raccogliere dei coriandoli divini assieme a della polvere da sparo gialla, poi attraversate il ponte e pregate all’Idolo dello Scultore “Mulino”. Seguendo il sentiero arriverete da una donna intenta a suonare uno shamisen. Si tratta del boss O’Rin dell’Acqua, uno spettro armato di lama corta e con il quale la sola strategia è una difesa pressoché totale dai suoi attacchi, sfruttandone le rare aperture e facendo attenzione alla spazzata quando appare l’ideogramma rosso. Il combattimento si attiva se parlate con lei e le dite di non sapere niente in merito alla sua richiesta, oppure se decidete di non fare nulla di fronte alle sue lacrime e poi cercate di andarvene.

Uccisa, otterrete dei Grani di Rosario e il Respiro Vitale: Ombra. Proseguite oltre il ponte e uccidete tutti i nemici nella zona per accedere alla casa passando da una porta girevole posta sotto di essa: una volta dentro parlate con l’uomo, raccogliete i coriandoli divini sulla sinistra e il grumo rosso dietro di voi, uscite e fate il giro della casa per ottenere del frammento di adamantite, poi tornate sui vostri passi e dal tetto della casa di fronte prendete il borsello leggero (100 sen). Voltatevi e noterete un aggancio per il rampino che vi porta al piano superiore dell’edificio precedente, dove potete raccogliere dei Grani di Rosario. Tornate indietro e prendete l’unico altro sentiero percorribile per affrontare il prossimo vero boss del gioco: l’iconica Monaca Corrotta. Si tratta di un nemico dall’enorme raggio di azione e dalla potenza devastante, per cui le parate servono a molto poco date le sue combo lunghe. Approfittatene quando la sua guardia è scoperta per un mordi e fuggi ma state attenti agli affondi e alle spazzate imparabili.

Sconfitta, otterrete il suo Ricordo e la Tecnica Respiratoria Mibu grazie alla quale potete immergervi nell’acqua senza preoccuparvi di morire annegati. Pregate all’Idolo dello Scultore “Ingresso della Grotta Nuziale”, poi entrate nella caverna e prendete la Pietra del Riparo dall’altare. Ora che potete nuotare sott’acqua, tornate all’idolo del villaggio e immergetevi nell’acqua dove sono ormeggiate le barche, nuotate verso il fondo dove vi aspetta un forziere con dei Grani di Rosario e una strana carpa dagli occhi rossi che potete uccidere per ottenere Occhi Rossi di Carpa. Vi serviranno per portare avanti la missione di Doujin. È arrivato il momento di andare alla Forra per l’ultimo ingrediente.