Tom's Hardware Italia
eSports

AC Monza presenta la sua squadra Monza Esports

Siamo stati alla conferenza d'annuncio del Monza Esports a Monza. Ecco il nostro riassunto completo con alcuni approfondimenti.

Il panorama Esport sta crescendo sempre di più, lo provano i diversi investimenti di Bologna, Parma, Sampdoria, Roma ed Empoli con il simulatore calcistico di Electronic Arts, FIFA. Nelle ultime ore, un’altra importante squadra si è unita a questa crescita esponenziale, l’AC Monza. La squadra milita in serie C, ma negli ultimi mesi ha iniziato a investire in una serie di progetti legati allo sviluppo del brand, come i miglioramenti allo stadio e appunto, lo sbarco nel mondo Esport con il Monza Esports.

Per l’occasione abbiamo avuto modo di partecipare alla conferenza stampa di presentazione di Raffaele “Er_Caccia98” Cacciapuoti e Simone “Figu7rinho” Figura, i due volti di questa squadra che competeranno per l’AC Monza su PlayStation 4 con FIFA 20. A presenziare l’appuntamento e raccontare il progetto era presente anche l’amministratore delegato Adriano Galliani. Di seguito potete leggere il comunicato stampa e alcuni estratti della stessa conferenza.

Comunicato Stampa

Monza, 13 settempre 2019

Il mondo Esports è in linea con le politiche dell’AC Monza rivolte ai giovani ed alle nuove generazioni.

Il club biancorosso è attento ai percorsi delle politiche giovanili, cercando di andare al cuore delle passioni dei ragazzi con l’obiettivo di comprenderle mettendo a disposizione la grandissima esperienza che lo sport rappresenta.

Per questo motivo l’AC Monza ha voluto prendere parte a questa nuova sfida creando un team composto da due giocatori Esports FIFA Pro Player su PlayStation affiancati da manager del settore, allenatori specializzati nella pratica del videogioco, mental coach per sostenere i ragazzi e preparatori per curare gli aspetti fisici dell’alimentazione.

Questo il commento dell’A.D. dell’AC Monza Adriano Galliani “Con il team Monza Esports, L’AC Monza si allinea ad alcune delle migliori società sportive italiane ed estere. Non ci fermeremo all’attività agonistica ma organizzeremo degli incontri formativi con le scuole superiori per promuovere il videogioco responsabile ed educare i ragazzi al corretto utilizzo dei videogames. Inoltre l’iniziativa si inserisce nel percorso del Club rivolto all’inclusione sociale in quanto gli Esprots sono caratterizzati dalla possibilità che tutti possano giocare senza barriera o distinzioni. Faremo iniziative in tal senso portando l’attenzione su temi di inclusione sociale e disabilità motoria.”

Tra i partner del progetto, il gruppo Digital 360, società che accompagna le società sportive nella comprensione e nell’attuazione della Trasformazione Digitale. “Siamo molto soddisfatti – chiara Paolo Antonietti partner di Digital 360 – di accompagnare AC Monza nello sviluppo di questo progetto altamente innovativo e sfidante, abbiamo incontrato una società molto attenta alle evoluzione tecnologiche e alle esigenze delle nuove generazioni.”

Il partner per l’area sportiva è Pro2Be, il primo Esports talent lab specializzato nei videogames sportivi. Roberto Forzano, Co-Fondatore di Pro2Be, dichiara “Siamo onorato e lieti di poter contribuire allo sviluppo di un progetto così ambizioso. Sotto il segno della competitività punteremo a integrare lo sport tradizionale e virtuale, abbiamo già in cantiere tantissime attività innovative per creare la migliore esperienza possibile per un tutti gli appassionati dentro e fuori dal campo virtuale.

Simone Figura, detto Figu7inho, nuovo pro player di AC Monza, afferma “Questa opportunità rappresenta il coronamento di un percorso durato tre anni. “È un emozione incredibile far parte di questa società la cui proprietà,  con i suoi dirigenti, ha fatto la storia del calcio italiano. Darò il massimo per competere in Italia ed all’estero con questa maglia. Oltre all’aspetto sportivo sposo totalmente i valori del Club e gli obiettivi di carattere sociale che si vogliono raggiungere attraverso questo progetto.

L’altro neo player biancorosso Raffaele Cacciapuoti, conosciuto come Er_Caccia98, gli fa eco: “Sono felicissimo di iniziare questa nuova avventura. Dopo le buone prestazioni dello scorso anno ho cominciato a credere di trasformare la mia passione in un lavoro, ora tutto questo è davvero possibile grazie al Monza. Ringrazio quindi la società per la fiducia mostrata nei miei confronti, farò del mio meglio per non deluderla e portare in alto questo colori nel rispetto delle linee guida del Club.

Conferenza stampa

A inizio conferenza, l’A.D. dell’AC Monza Adriano Galliani è partito subito a raccontare del perché investire in un progetto come questo: “Monza Esports lo abbiamo fatto per guarda al futuro, perché non si può non capire che cosa fanno e vorrebbero fare i ragazzi. Siamo in un periodo in cui i giovani giocano alla PlayStation o All’Xbox. Ai miei tempi si andava all’oratorio, si giocava a pallone in strada, questo perché i videogiochi non c’erano e il passatempo era quello. Che facciano bene o male, i videogiochi vengono giocati ed è per questo che abbiamo deciso di investirci. Il secondo motivo è che le squadre che hanno attualmente una squadra Esport competitiva sono poche, il tutto nonostante ormai questo settore sia diffusissimo in tutto il mondo. Avere una squadra del genere aumenterà la visibilità del marchio AC Monza, già conosciuto in tutto il mondo grazie all’autodromo, infatti non è un caso che sulle magliette abbiamo voluto proprio il logo dell’autodromo.”

L’amministratore delegato ha poi continuato “Abbiamo parlato con Pro2Be per cercare di avere due giocatori di grande talento come Simone e Raffaele, ci siamo riusciti e gli abbiamo proposto un regolare contratto, esattamente come i calciatori. Giocheranno tutti i tornei nazionali e internazionali sia online che in lan con la nostra maglia e per chi li vorrà seguire, potrà farlo grazie all’applicazione Twitch.”

Per quanto riguarda l’uso intensivo dei videogiochi, anche per gli allenamenti, Adriano Galliani ha commentato: “Grazie all’aiuto di psicologi, mental coach e consulenti, vogliamo regolamentare l’uso dei videogiochi, perché un conto è giocare un’ora, un altro è passare l’intera giornata a giocare Con gli insegnati, cercheremo di fare in modo che il consumo legato ai videogiochi sia moderato e non troppo elevato. Oltre a questo abbiamo un consulente, Digital 360, si occupa di di aiutare le società a trasformarsi in digitale, non solo per quanto concerne gli Esports, ma anche per una serie di altre cose legate alla tecnologia. Io credo che questa idea del Monza Esports sia bellissima, in linea con i tempi e perfetta per questo Monza per la voglia di fare che ha.”

Per quanto riguarda i giocatori del Monza Esports si sono così presentati.

Simone “Figu7inho” Figura: “su FIFA 18 sono riuscito ad arrivare terzo in Italia con Gazzetta Challenge. Con FIFA 2019 ho chiuso 200° al mondo. L’obiettivo? Cercare di portare il Monza più in alto possibile a livello internazionale. FIFA 20 sembra molto migliorato e sono fiducioso, nonostante le varie critiche al predecessore.”

Raffaele “Er_Caccia98” Cacciapuoti:  “con FIFA 19 sono riuscito a chiudere 94° nella classifica mondiale. Ho partecipato a due tornei importanti esteri e ho vinto il torneo di ESL italiano. Il mio obiettivo è migliorare il risultato precedente, portare il Monza a vincere contro le altre squadre di calcio straniere con l’eClub. FIFA 20 mi sembra più ragionato, le difese più difficili da gestire. Dalla demo del gioco ho apprezzato Mbappé, ma vediamo cosa offrirà il gioco finale.”

Adriano Galliani ha poi fatto qualche considerazioni su Lotto e su quello che potrebbe realmente portare l’Esports al Monza Calcio: “Lotto è uno sponsor che crede fortemente negli Esports, investendoci. Per quanto riguarda noi cercheremo di supportare la squadra Esports con tutto quello che serve per competere ad alti livelli. C’è da dire che i numero di questo mondo crescono sempre di più, solo l’anno scorso i ricavi sono stati ben di un miliardo di euro. Chiaro che quello che speriamo è che chi tiferà Monza Esports diventi, in futuro, un appassionato anche della nostra squadra di calcio creando, così, delle sinergie”

Paolo Antonietti di Digital 360 è invece intervenuto a una nostra domanda sulla scelta del gioco: “Perché PES non è stato preso in considerazione? Volevamo partire da una base solida e dopo aver effettuato delle indagini di mercato e capito che le calendarizzazioni competitive del gioco EA erano più organizzate, abbiamo deciso di optare per quest’ultimo.”

Per quanto ci riguarda riteniamo che una squadra in forte ascesa come l’AC Monza che investe in un settore come l’Esport sia un segnale importante non solo per le tutte le società di calcio nazionali, ma anche per altre aziende sportive che potrebbero, un domani, investire su uno mondi più in crescita degli ultimi anni. Non mancheremo di tenervi aggiornati su eventuali risultati del Monza Esports team, fino ad allora ci sentiamo di fare un grande in bocca al lupo sia alla società che ha avuto il coraggio di investire in questo progetto sia ai due giocatori.