Xbox

Contraband: l’esclusiva Xbox non sarebbe realtà se non fosse per Microsoft

Mostrata durante lo showcase di Microsoft e Bethesda all’E3 2021, l’esclusiva Xbox Contraband torna a far parlare di sé tramite la voce di Pim Holfve, CEO di Avalanche Studios, intervistato da GamesIndustry.biz a proposito del gioco.

La conferenza dell’E3 di Xbox, fresca dell’acquisizione di Bethesda da parte di Microsoft, è stata sicuramente un successo, come attesta anche la premiazione agli E3 2021 Awards. Per la console verde siamo in attesa di molti titoli interessanti in arrivo nei prossimi due anni, e Contraband sembrerebbe essere uno di questi. Sviluppato da Avalanche Studios, il videogioco è un open-world cooperativo incentrato sul contrabbando negli anni ’70, qualcosa a metà tra Just Cause e Mad Max.

Pim Holfve ha parlato con GamesIndustry.biz riguardo il rapporto di Avalanche Studios con Microsoft e il motivo per cui Contraband sarebbe diventata un’esclusiva Xbox: “Abbiamo avuto un ottimo rapporto con Microsoft, e lavorare per un titolo first party è stato davvero intrigante, vedendo cosa significa effettivamente in termini di supporto e di avvicinamento all’hardware. È un nuovo tipo di partnership per noi. Abbiamo avuto fantastiche collaborazioni con Square Enix, Bethesda e Warner Bros., ma quelle non sono la stessa cosa dei titoli first party.

A convincere Holfve ad affidare Contraband alle mani esperte di Microsoft è stato anche l’Xbox Game Pass, il chiacchierato modello di abbonamento che consente di accedere a numerosi titoli: “Il nostro principale obiettivo è far crescere la nostra base di utenti, anche se non è la nostra direttamente… in questo caso, sarà quella di Xbox. Ma sappiamo che se facciamo crescere la base di utenti, i soldi e le entrate arriveranno. La motivazione principale per noi come azienda non è il denaro, è l’intrattenimento: stiamo intrattenendo un gran numero di persone.

Avalanche Studios aveva anche vagliato l’ipotesi di far diventare il gioco multipiattaforma o di affidarsi anche a console concorrenti, ma poi la scelta di Xbox è stata guidata dalla grandezza del progetto. Holfve riferisce addirittura che Contraband abbia un concept che non può essere esposto a qualunque publisher.

Ci vorrà ancora tempo prima di conoscere nuovi dettagli di Contraband, il cui lancio ancora non ha nemmeno una finestra di uscita. Per ora abbiamo solo un teaser, ma se le premesse di Holfve sembrano così importanti, sarà meglio aspettarsi una grande esperienza next-gen.

Potete abbonarvi a un mese di Xbox Game Pass Ultimate per console e PC avendo accesso a centinaia di titoli a un prezzo irrisorio, seguendo questo link.