Giochi PC

Elden Ring: clima variabile, nemici e tante informazioni da un noto insider

È di nuovo tempo di rumor e leak: questa volta parliamo di Elden Ring, il nuovo gioco di Hidetaka Miyazaki e FromSoftware. Tramite le pagine di ResetEra, e poi riportato tramite Reddit, abbiamo modo di leggere una notevole quantità di informazioni condivise da Omnipotent, un noto insider dei giochi di FromSoftware (e quindi credibile). Il leaker ha svelato varie informazioni sul mondo di gioco, sui suoi nemici e sulle fonti di ispirazione.

Prima di tutto, viene spiegato ad aver ispirato le ambientazioni naturali di Elden Ring è la Scozia, sopratutto in termini di verticalità delle aree. L’insider afferma che Elden Ring, come già sapevamo, sarà un gioco open world ma sullo stile di un titolo di Fumito Ueda (ICO, Shadow of the Colossus, The Last Guardian). Ci saranno aree aperte ma anche zone più ristrette, quando necessario: gli ambienti del mondo di gioco si ricollegheranno tra di loro, inoltre. In linea generale, possiamo aspettarci il classico level design certosino di Miyazaki.

Elden Ring

Omnipotent sottolinea anche che in Elden Ring sarà veramente possibile vedere i vari luoghi dalla distanza, sapendo sempre che ci si potrà arrivare in qualche modo e confronta questa sensazione con i primi giochi di Miyazaki che erano molto più chiusi e lineari, pur dando l’impressione di trovarsi in un grande mondo perfettamente connesso.

La parte più interessante, però, non è tanto legata alla grandezza del mondo di gioco (tipica di molti open world, oramai) ma nel fatto che Elden Ring punta a creare un ambiente vivo e dinamico. Prima di tutto, ci sarà clima dinamico, ma l’insider afferma che non dobbiamo aspettarci nulla di particolare. Più interessante invece il fatto che il ciclo notte-giorno influenzi i nemici presenti nella mappa, creando opportunità o difficoltà aggiuntive di volta in volta.

Inoltre, mentre esploriamo potremmo incontrare nemici in modo casuale e non saremo sempre obbligati a continuare in tale direzione visto che si tratta di un mondo aperto; in altre parole, la posizione fissa dei nemici dei precedenti giochi di Miyazaki è solo un ricordo (perlomeno in certe aree/momenti di gioco: supponiamo che non tutto possa essere casuale). A tutto questo si aggiungono una serie di modifiche e miglioramenti all’IA dei nemici che ora ci trarranno in inganno in modi diversi: i nemici sapranno nascondersi dietro gli angoli o cercheranno di lanciarci giù da grandi altezze, ad esempio.

Ovviamente si tratta solo di rumor e non di informazioni ufficiali: speriamo di scoprire presto qualcosa di più sul gioco.

In attesa di Elden Ring, potete divertirvi con Sekiro Shadows Die Twice: lo trovate su Amazon.