eSports

Fortnite: famoso pro-player bannato a vita, tra le lacrime spiega il motivo

Fortnite è uno dei giochi più seguiti degli ultimi anni e, con l’espansione del mondo degli eSports, è più che naturale che sia divenuto centrale per i pro-player. La competizione è serrata e i giocatori cercano di fare di tutto per essere al top, anche utilizzare dei cheat, a quanto pare. Un noto professionista del battle royale di Epic Games, Jarvis del FaZe Clan, è stato bannato a vita dagli sviluppatori.

Jarvis ha infatti utilizzato degli Aimbot, ovvero un cheat che aiuta a mirare in modo preciso, sul proprio account secondario. Il pro-player afferma di non aver mai usato cheat nelle competizioni o con il proprio account principale e di averlo usato unicamente con lo scopo di realizzare una serie di video per la propria community e dare loro uno spettacolo divertente.

A quanto pare, non ha mai pensato che per tale motivo sarebbe stato bannato a vita da Fortnite. Come potete vedere nel video qui sopra, tra le lacrime rivela che con il senno di poi non si comporterebbe in tale modo.

Essere bannato da Fortnite non significa solo non poter più giocare con il battle royale e non poter partecipare a qualche torneo, ma significa che l’intera carriera di Jarvis è a rischio. Attualmente non è chiaro quali saranno le ripercussioni sulla sua posizione all’interno del FaZe Clan. Il pro-player potrebbe spostarsi su qualche altro titolo competitivo, ma non è certamente una transizione semplice.

La sua community personale, inoltre, potrebbe abbandonarlo visto che non gli sarà più possibile fare stream legati a Fortnite. Per ora non abbiamo informazioni aggiuntive: possiamo solo attendere e capire cosa accadrà al giovane. Diteci, voi cosa ne pensate della situazione? Credete che Epic abbia esagerato, oppure è la risposta giusta all’utilizzo di cheat?

Se voi non siete stati bannati a vita, potete acquistare un pacchetto esclusivo di contenuti in arrivo su Fortnite: lo trovate su Amazon a questo indirizzo.