eSports

Fortnite, anche Tfue si schiera dalla parte del pro-player bannato a vita dal titolo

Come oramai ben saprete negli ultimi giorni è salita alla ribalta mediatica la faccenda che riguarda Jarvis, pro-player di Fortnite appartenente alla celebre organizzazione FaZe bannato a vita dal battle royale di Epic Games a causa dell’utilizzo di una serie di cheat.

La estromissione del giovane giocatore dal gioco è permanente e gli impedirà di competere d’ora in avanti all’interno di Fortnite. Una volta saputa la notizia molti streamer e pro-player si sono schierati al fianco di Jarvis, tra cui il celebre Ninja. Ad unirsi al coro è stato inoltre recentemente anche l’altrettanto noto Tfue.

Fortnite Capitolo 2 Stagione 1

Tfue, in una diretta streaming, è infatti intervenuto sulla questione con queste parole: “è ovviamente un’idiota ma un ban a vita è sicuramente eccessivo”. Lo streamer ha anche poi indirettamente attaccato Epic Games stessa, che continua a permettere ai cheat di sopravvivere all’interno del titolo.

Tfue ha poi dichiarato di aver anche lui pensato di utilizzare cheat in passato ma non tanto per migliorare le proprie prestazioni, come fatto da Jarvis, ma bensì per nascondere il proprio nome dal feed delle uccisioni. Questo per evitare di essere preso di mira dai numerosi giocatori del titolo amanti del cosiddetto stream sniping, ossia il voler attaccare per forza i vari streamer, come se fossero dei trofei.

Che ne pensate di questa notizia e da quanto dichiarato da Tfue? Voi da che parte state, concordate con la scelta presa da Epic Games o a parere vostro il trattamento riservato a Jarvis è stato fin troppo eccessivo? Fateci sapere cosa ne pensate e come avreste gestito l’intera situazione direttamente nei commenti!

Se i cheat non fanno assolutamente per voi nessun problema, potete giocare senza rischiare ban su Fortnite. Sul mercato è poi appena arrivato un nuovo e interessante pacchetto di contenuti aggiuntivi per il titolo. Potete recuperarlo fin da ora comodamente a questo indirizzo!