Google stava per comprare Epic Games prima di lanciare Stadia

A quanto sembra Google era molto interessata all'acquisizione di Epic Games. Chissà come sarebbe cambiato il lancio di Stadia.

Avatar di Andrea Riviera

a cura di Andrea Riviera

Managing Editor

La causa in corso tra Epic Games e Google ha portato alla luce dettagli particolarmente interessanti sulle due aziende, compresi alcuni scambi di email che mettono in luce la discussione di Google sull'idea di acquisire Epic Games, molto prima del lancio del suo defunto servizio di gioco basato su cloud, Stadia.

Secondo quanto riportato da The Verge, in un momento Google stava lavorando a "Progetto Elektra", un piano che avrebbe visto l'azienda cercare di ottenere una quota di controllo in Epic Games come strategia per influenzare "l'approccio di Epic ad Android". Un'email di Don Harrison di Google spiegava:

"Stiamo presentando una proposta a BC giovedì per Epic. Ho parlato con Jamie e ritengo che abbiamo bisogno di un paio di pagine su come potrebbe apparire l'investimento e qualcuno là per discuterne (basandoci su ciò che possiamo raccogliere pubblicamente). Abbiamo appena fatto una chiamata preparatoria e l'investimento era l'unico modo realistico che le persone potevano immaginare per influenzare l'approccio di Epic ad Android, perché è facile immaginare di investire miliardi a una valutazione ridicola (per tutti tranne che per il reparto sviluppo aziendale)".

In risposta a queste email, Dave Sobota di Google ha proposto l'idea di acquistare completamente Epic Games con l'aiuto di Tencent Games, che già deteneva una quota in Epic. Secondo quanto sottolineato da The Verge, Google avrebbe discusso l'investimento fino a circa 2 miliardi di dollari per ottenere una quota del 20% in Epic, ma ovviamente il piano non è mai andato oltre le discussioni. Tuttavia, è affascinante riflettere su come le dinamiche avrebbero potuto cambiare se Google avesse seguito questa strada.