Giochi PC

KartRider: Drift | Anteprima

Quando si parla di kart game, il pensiero non può che confluire sempre e comunque al leggendario Mario Kart, il migliore della sua categoria grazie alla sua accessibilità e intuitività d’approccio. Sulle console PlayStation e Xbox sono sempre usciti titoli simili, prendiamo Crash Team Racing o l’italianissimo All-Star Fruit Racing, ma nessuno è mai riuscito a cogliere la semplicità di Mario Kart.

Durante l’X019 abbiamo visto per la prima volta KarRider: Drift, un videogioco sviluppato da Nexon, famosi per developer coreani che finalmente hanno deciso di portare uno dei brand più conosciuti del mondo, KartRider, su Xbox e PC. Per chi non lo conoscesse, CrazyRacing KartRider è uno dei videogiochi più giocati al mondo su PC in oriente e conta più di 300 milioni di giocatori, suddivisi anche grazie a KartRider: Rush+ su smartphone. Non è quindi strano che l’annuncio abbia generato interesse, considerato la popolarità.

Tra l’1 e il 10 giugno, abbiamo avuto l’occasione di provarlo per la prima volta attraverso una Beta a numero chiuso. La stessa ci ha permesso di confrontarci con alcuni nostri amici.. Il titolo sfrutta anche il cross-play con il PC, motivo in più per apprezzare un’esperienza che potrebbe regalare diverse ore di divertimento agli appassionati. Entriamo però più nel dettaglio, raccontandovi la nostra prova.

Semplice, come è giusto che sia

KartRider: Drift è un kart game semplice nell’approccio e decisamente accessibile per tutti, ed è proprio l’essere così accessibile che lo rende più simile a Mario Kart rispetto ad altri del genere. Come sempre è possibile derapare per ottenere velocità nelle curve, così come sono presenti diversi oggetti utili per avvantaggiarsi sui rivali durante una gara. Per chi vuole giocare senza oggetti offensivi o difensivi, può sfruttare la modalità “Velocità”, che permette di giocare gare più classiche, basate unicamente sulla velocità e sui tempi di reazione. In KartRider: Drift è possibile gareggiare da soli contro tutti o fino ad un massimo di tre giocatori per squadra. Le gare sono divertenti, non si raggiunge il tasso di sfida e competizione vista in Mario Kart, ma rimane con uno modello di gioco piuttosto tecnico e sicuramente un buon compromesso per chi gioca su PC e Xbox One, soprattutto considerando la natura cross-play.  Nella Beta non abbiamo avuto modo di testare nessun tipo di partite offline, di conseguenza non possiamo né confermare né smentire la presenza di una componente “single player”, nemmeno in schermo condiviso.

Il titolo di Nexon America Inc. punta ad una semplicità anche stilistica, dando vita a circuiti colorati, non particolarmente dettagliati, ma con un impatto visivo tutto sommato godibile. I 16 tracciati sono variegati; abbiamo ambientazioni innevate, desertiche, cittadine e verdeggianti, offrendo diverse scorciatoie e strade secondarie.

KartRider: Drift punta tantissima sulla personalizzazione, offrendo la possibilità di cambiare personaggio, vestiti e modificare il nostro Kart a piacimento. Essendo un prodotto nato per essere F2P, bisognerebbe capire effettivamente quanto il team punti nella possibilità di sbloccare mezzi estetici tramite i trofei – la monetaò virtuale del gioco – e non con i soldi reali. Bisogna sottolineare che il kart è modificabile anche per quanto riguarda le caratteristiche di velocità, manovrabilità, derapata e turbo, permettendo, quindi, di customizzare interamente l’esperienza di gioco.

Tirando le somme

La Beta che abbiamo testato era ovviamente necessaria prevalentemente per dare feedback agli sviluppatori ed era sprovvista di diversi contenuti che vedremo durante il giorno del lancio, previsto entro la fine dell’anno. Il gioco di Nexon si propone per essere un kart game divertente e per tutta la famiglia, perfetto per passare del tempo online insieme ai propri amici, anche con piattaforme diverse grazie al cross-play. La sua natura F2P, inoltre, lo rende un potenziale download obbligato su PC e Xbox. In attesa di vedere i contenuti di lancio, possiamo dire che KartRider: Drift ha tutte le carte in regola per far divertire, con estrema semplicità, diversi giocatori anche su console da salotto.