eSports

Magic Arena deck update: Izzet Flash

Il mio personalissimo obiettivo di questa Season su Magic Arena all’inizio di marzo era appropriarmi del titolo di “Best Izzet Flash Player Ever”. Ho fallito miseramente. Non è solo colpa mia però, con quel mazzo sono arrivato alla posizione 100 della ladder Mythic, a un passo dall’obiettivo, ma poi Rakdos Aristocrats è esploso e ha distrutto i miei sogni di gloria.

Mi sono ostinato a giocare i miei colori preferiti, il rosso e il blu, ma questo mi è costato un calo drastico nella classifica. I velocissimi cambiamenti del meta che avvengono grazie a Magic Arena però, hanno portato al periodo attuale dove Jeskai Fires è uno dei mazzi più giocati insieme a UW/Bant control. Cosa significa questo? Che è di nuovo ora di giocare Flash! Ecco quindi un update della mia lista precedentemente creata.

Magic Arena

Come per l’update che abbiamo visto di Rakdos Sacrifice, prendiamo le due liste “flash” che girano maggiormente in questo periodo e analizziamole.

Izzet Flash – Simic Flash

  • 2 Castle Vantress
  • 4 Temple of Mystery
  • 7 Island
  • 1 Blast Zone
  • 4 Breeding Pool
  • 7 Forest
  • 1 Fabled Passage
  • 1 Thassa’s Intervention
  • 3 Sinister Sabotage
  • 2 Aether Gust
  • 1 Mystical Dispute
  • 3 Quench
  • 4 Growth Spiral
  • 1 Negate
  • 2 Hydroid Krasis
  • 4 Nightpack Ambusher
  • 4 Frilled Mystic
  • 2 Brazen Borrower
  • 3 Spectral Sailor
  • 3 Nissa, Who Shakes the World
  • 1 Whirlwind Denial

Sideboard

  • 1 Disdainful Stroke
  • 2 Return to Nature
  • 4 Lovestruck Beast
  • 2 Aether Gust
  • 2 Mystical Dispute
  • 2 Negate
  • 1 Whirlwind Denial
  • 1 Commence the endgame

Simic Flash (la combinazione di colori blu-verde) è il “fratello maggiore” della versione Izzet. Abbiamo più o meno lo stesso reparto counterspell, ma ci distinguiamo con la presenza di pay-off molto più costose e impattanti che spesso si traducono in giocate fatte nel nostro turno. Stiamo parlando di tre copie di Nissa, Who Shake the World e due Hydroid Krasis main-deck. Il piano è lo stesso: utilizzare una serie di permission-spell per rallentare il gioco avversario, depotenziandolo il più possibile per poi prenderci il board vantage grazie alle nostre creature.

Fenomenale a questo scopo è Nightpack Ambusher che giochiamo in quattro copie: avendo l’abilità flash lo giocheremo a fine turno avversario, per poi basarci sulla sua abilità di creare una pedina lupo a ogni turno per chiudere la partita. Essendoci schierati con la gilda Simic abbiamo a disposizione una delle migliori magie dello standard attuale: Growth Spiral. Questa ci permetterà di arrivare prima a quattro mana e farci pescare.

Magic Arena

I match-up

Da quanto ho testato il mazzo su Magic Arena, posso dirvi che sono felice di incontrare mazzi lenti che puntano tutto su poche spell risolutive, come possono essere Jeskai Fires o UWx Control. Sultai Midrange invece lo definirei tranquillamente un match-up negativo, dato il mix di removal e discard spell che ci rende complicato sviluppare il nostro piano di gioco. Contro i mazzi aggressivi, come Mono-Red o RG aggro, possiamo stare tranquilli: se riuscissimo a non saltare un land-drop nei primi quattro turni della partita difficilmente perderemmo.

Per quanto riguarda i Sacrifice Deck: Rakdos o Jund che siano, ci dobbiamo impegnare nei primi turni a valutare bene ogni loro giocata: un Mayhem devil risolto per noi è un problema, ma sicuramente lo è ancora di più un Korvold. Attenzione a come sfruttate le vostre risorse. Al momento io sto giocando questo e ve lo consiglio se vi piacciono i mazzi che richiedono una buona conoscenza del meta.

Dovrete sempre impegnarvi a capire quando è il momento di premere sull’acceleratore impostando una minaccia, o quando è meglio rallentare per usare il counter che avrete in mano. Da notare che Frilled Mystic è una May Ability: possiamo quindi scegliere di non counterare una magia al suo ingresso sul campo di battaglia. Occhio a non sbagliare a “premere il pulsante”.

Izzet Flash – Temur Flash

  • 4 Bonecrusher Giant
  • 3 Brazen Borrower
  • 4 Breeding Pool
  • 4 Brineborn Cutthroat
  • 3 Fabled Passage
  • 2 Forest
  • 3 Frilled Mystic
  • 4 Growth Spiral
  • 4 Ionize
  • 2 Island
  • 1 Mountain
  • 2 Mystical Dispute
  • 1 Negate
  • 4 Nightpack Ambusher
  • 3 Nissa, Who Shakes the World
  • 3 Quench
  • 4 Steam Vents
  • 4 Stomping Ground
  • 1 Temple of Abandon
  • 2 Temple of Epiphany
  • 2 Temple of Mystery

Sideboard

  • 2 Aether Gust
  • 2 Disdainful Stroke
  • 2 Mystical Dispute
  • 1 Negate
  • 2 Redcap Melee
  • 4 Scorching Dragonfire
  • 2 Uro, Titan of Nature’s Wrath

L’unione di un Izzet e un Simic darà un Temur! Questo trittico di colori (rosso-verde-blu) lo troveremo ovunque in questo periodo. Come sempre quando si parla di deckbuilding e Magic Arena, troveremo sempre lo zampino di Crockeyz! Lui per primo, ha dato risalto all’archetipo portandolo in live su Twitch, anche se in realtà il nostro Samuele Estratti (vincitore del Pro-Tour Philadelphia 2011) lo ha pilotato con successo durante gli eventi del Magic Fest Lione svoltosi qualche settimana prima del blocco causa Coronavirus.

Magic Arena

In questa build di Magic Arena troviamo una sorta di comunione dei beni dei due modelli di Flash esistenti: dal rosso prendiamo delle removal spell e dal verde le chiusure, mantenendo la base blu che ci permette di giocare questa strategia.

I match-up

Bene o male si ripete quello che dicevamo prima con qualche piccola differenza. Giocando Temur ho trovato più difficoltà nella gestione di mazzi come Jeskai Fires o Bant Midrange, mentre ero maggiormente a mio agio contro Sultai o UW control, dal momento che abbiamo meno counter e più soluzioni pro-attive a nostra disposizione. La parte rossa del mazzo ci porta a essere stra-favoriti rispetto alle strategie aggressive.

Abbiamo a nostra disposizione anche delle fonti di danno diretto e quattro Bonecrusher Giant come creature. Diciamo che questa è la versione dell’archetipo Flash che punta più di tutte a essere una specie di Midrange.

Nonostante io adori le build di Crockeyz e lo segua assiduamente, questa volta cito la Maionchi nazionale e vado con un: ” Bravo, bravo, ma per me è NO!”, soprattutto rispetto alla versione Simic. La mana base, per quanto molto ben studiata, in alcune partite mi ha dato dei problemi di fixing, motivo per il quale ho dovuto eliminare una copia di Frilled Mystic. Bonecruscher Giant merita una menzione negativa per come sia calato di power-level in questo periodo: addirittura Andrea Mengucci nelle sue ultime liste di Mono-red, lo ha ridotto a sole due copie nelle 75 carte, e questo è già di per sé un chiaro segno.

Concludendo

La mia avventura con Izzet Flash in Magic Arena era partita benissimo, ma non si è conclusa come speravo. Grazie a Simic ho potuto riprendere in mano uno degli archetipi che più amo giocare. Se anche a voi piace giocare mazzi in stile counter-burn, queste due liste sono assolutamente da provare. Consiglio vivamente la prima di cui ho parlato, personalmente me ne sono innamorato alla prima partita e inoltre, è fortemente personalizzabile.

Se invece preferite un atteggiamento più pro-attivo alla partita, e se volete essere spesso voi a impostare il ritmo di gioco piuttosto che adattarvi, concentratevi sulla lista Temur. Per oggi è tutto, fatemi sapere come vi trovate con questi mazzi!

Non hai mai giocato a Magic e vuoi cominciare a farlo? Acquista ora su Amazon il core set starter kit per cominciare!