Giochi PC

Giochi a meno di 15 euro per PC, Xbox One e PlayStation 4

Trovare i migliori giochi a meno di 15 euro oggi dovrebbe essere in teoria estremamente facile grazie alle tante offerte sui negozi digitali. Molto spesso però la scelta è fin troppo vasta, quindi orientarsi può non essere semplicissimo di fronte a una miriade di titoli. Per questo vi proponiamo in questa non solo i giochi che, in generale, hanno una buona qualità ma anche quelli rappresentativi di un numero più ampio di generi possibili: dagli action sino agli RPG. Lasciamo fuori ovviamente i titoli in offerta da questa lista dei migliori giochi a meno di 15 euro per dedicarci ai giochi il cui prezzo fisso resta a 15 euro o al di sotto.

PC

Paper, Please

Tempo di tornare al caro, vecchio comunismo in stile DDR. In questo gioco unico nel suo genere, vestirete il ruolo di un agente di frontiera che dovrà controllare chi tenta di passare il confine tra una metà e l’altra della città immaginaria di Grestin (una sorta di Berlino durante la guerra fredda). Il gameplay consiste nel verificare i documenti dei viaggiatori e sopratutto tentare scoprire eventuali irregolarità ed elementi sospetti per smascherare potenziali terroristi e spie. La grafica in pixel 2D è molto essenziale e spartana ma Paper, please vi metterà davanti a meccaniche e gameplay davvero senza precedenti.

Papers, Please gioco

Katana Zero

Di certo non è il più longevo tra questi giochi a meno di 15 euro ma Katana Zero compensa con tanti altri aspetti: uno su tutti l’impegno richiesto per portarlo a termine. Sia il vostro personaggio principale che i nemici vengono infatti sconfitti con un colpo solo. Frustrante? Non proprio, dato che una volta arrivato il game over ripartirete dall’ultima sezione e i check-point sono davvero frequenti. A questo vanno aggiunti anche uno stile grafico retro-psichedelico e l’azione bidimensionale uniti a storia e personaggi piuttosto bizzarri.

Katana Zero

Apotheon

Sarebbe davvero ingiusto ignorare un titolo come Apotheon perché semplicemente “indie”. Da quando Kratos ha sconfitto tutto il pantheon greco, la stirpe olimpica è sempre meno rappresentata nei giochi. Apotheon colma questo vuoto con un gameplay a metà tra action e platform bidimensionale. Lo stile grafico scelto è eccezionale, richiamando la pittura sulle ceramiche attiche, un’operazione mai vista prima ad ora in un gioco (solo in alcune sezioni di God of War 3). La colonna sonora di Marios Aristopoulos non fa che migliorare un titolo già eccellente.

Apotheon

Her Story

Un giallo da risolvere. Una donna interrogata per sette volte. A voi il compito di mettere insieme i frammenti di tutti questi interrogatori per svelare situazioni e retroscena inquietanti del caso. Her Story di Sam Barlow è un gioco unico sia in quanto a storia e gameplay chiedendovi di mettere insieme delle sequenze di video contenenti le testimonianze per arrivare alla verità. L’interpretazione dell’attrice nel ruolo della protagonista contribuisce a rendere questo gioco eccezionale.

Her Story

Brothers – A Tale of Two Sons

Un’esperienza multiplayer ma in giocatore singolo. Un ossimoro? Non tanto, perché in Brothers si comandano attraverso una serie di puzzle due fratelli appunto con un unico gamepad. In maniera un po’ inaspettata non è prevista una coop con due giocatori locali ma siamo su PC, dove anche questo limite è facile da aggirare. Brothers vi porterà in un’atmosfera da fiaba e un viaggio forse non lunghissimo ma sicuramente con situazioni uniche e mai ripetitive.

Brothers A Tale Of Two Sons

Xbox One

Gone Home

Uno dei giochi che inaugurarono il genere dei walking simulator. In questo titolo c’è poca azione ma moltissima atmosfera. Nel 1995 la protagonista di Gone Home torna a casa dopo un viaggio all’estero ma la sua famiglia sembra essere scomparsa. Mettendosi alla ricerca di vari indizi, il giocatore finirà per conoscere meglio le vite e i tanti, spesso inconfessabili, segreti dei vari componenti della famiglia. Consigliato sopratutto ai giocatori più progressisti.

Gone Home

Stardew Valley

Questo titolo indie basato sul celebre Harvest Moon, vi permette di gestire i tanti aspetti di una fattoria coinvolgendo anche fino a tre giocatori. Gioco online a parte, il titolo di ConcernedApe ha in generale una componente social estremamente sviluppata anche con gli NPC tanto da poter stringere legami con altri personaggi che popolano il mondo del gioco arrivando sino al matrimonio. 

Stardew Valley

Limbo

Il predecessore dell’altrettanto famoso Inside porta il giocatore in un mondo di ombre alle prese con puzzle di diverso tipo riuscendo a mantenere un gameplay nel complesso sempre semplice e immediato. Anche se ormai sono trascorsi parecchi anni dalla sua uscita, Limbo non li dimostra: tutti gli aspetti, dalla grafica al gameplay passando per il sonoro, restano ancora oggi estremamente attuali.

Limbo

Strider

Alzi la mano chi ricorda questa vecchia IP di Capcom. Nei primi minuti di gioco la reincarnazione di Strider sembra un progetto nostalgia, realizzato con pochi spiccioli e piuttosto basilare. E in realtà niente di tutto ciò. Il gioco mette insieme il meglio di due mondi: lo stile anni ‘90 della serie e la formula del Metroidvania con un mix più che riuscito.

Strider

Bastion

Anche se non avete mai giocato Bastion, anche se non sapete che una determinata immagina appartiene al gioco, vi sarete sicuramente imbattuti nel peculiare stile pittorico del titolo di debutto di Supergiant Games. Questo action RPG è uno dei migliori rappresentanti del genere, impreziosito da una voce narrante che interagisce in maniera unica con il giocatore insieme alla colonna sonora firmata da Danner Korb.

Bastion

PlayStation 4

Creature In The Well

Creature in the Well è un dungeon crawler hack & slash con visuale dall’alto ispirato ai flipper. Nei panni dell’ultima unità BOT-C ci si deve avventurare nelle profondità di una montagna per riattivare un’antica struttura, dimora di una disperata creatura. Nel corso del gioco sarà necessario potenziare il proprio equipaggiamento per liberare la città di Mirage dalla letale tempesta di sabbia che l’affligge.

Creature in the Well

Momodora: Reverie Under The Moonlight

Reverie Under the Moonlight è il quarto titolo della serie di Momodora, un videogioco di azione, con forti contaminazioni dal genere Metroidvania, che amalgama un frenetico, e stratificato, gameplay a un’enorme quantità di fasi esplorative. In una terra in rovina, il male incombe, i morti risorgono e la corruzione regna su tutto. La speranza non è altro che un lontano ricordo, ma non per Kaho, una sacerdotessa del villaggio di Lun. Un’udienza con Sua Maestà la Regina potrebbe essere la soluzione… ma il tempo corre e ogni notte è più oscura della precedente.

Momodora: Reverie Under the Moonlight

BADLAND: Game of the Year Edition

BADLAND è un pluripremiato gioco d’azione a scorrimento laterale dall’innovativo gameplay basato sulla fisica e permeato da un comparto tecnico e artistico, sognante ed etereo. L’edizione Game of the Year è stata riprogettata per PS4 per offrire un sistema di controllo fluido e che non fa rimpiangere l’assenza dei controlli touch della versione originale. Con una longevità che si attesta sulle 15 ore di gioco, per completare gli oltre 100 livelli presenti in BADLAND, l’offerta viene estesa dalle ottime modalità co-op, e deathmatch, che vi permetteranno di giocare assieme ad altri tre giocatori.

Badland

Per le guide più specifiche, oltre a questa sui giochi a meno di 15 euro, potete dare un’occhiata anche alla nostra guida ai migliori giochi multiplayer per accorciare le distanze e ai migliori giochi gratis per la quarantena. Anche Ubisoft in questo periodo ha deciso di regalare alcuni titoli ai giocatori dato il difficile periodo.

Passare tanto tempo in casa potrebbe farvi valutare l’acquisto di una console Xbox One per accedere all’ampio catalogo Xbox Game Pass.