Giochi PC

Monster Hunter World Iceborne: Guida al Nargacuga

Pagina 8: Monster Hunter World Iceborne: Guida al Nargacuga

Ritornato da Monster Hunter Freedom Unite, il Nargacuga è uno dei mostri preferiti dai giocatori di vecchia data. Veloce come il vento, il suo manto nero onice e i suoi occhi profondamente rossi sono diventati un simbolo iconico per il marchio di Capcom, tanto da renderlo uno dei ritorni più desiderati dai cacciatori di Monster Hunter World.

Grazie a Iceborne, il Nargacuga torna nelle foreste del gioco, nascondendosi nell’ombra fino a quando non raccoglieremo il coraggio di sfidarlo.

Natura del Nargacuga

Il Nargacuga è un Wyvern Volante dal pelo talmente affilato da poterlo usare come vera e propria arma. Agile come una pantera troppo cresciuta, questo mostro punta tutto sul sorprendere il proprio avversario attraverso rapidi attacchi e l’utilizzo di ogni parte del suo corpo.

Oltre agli attacchi fisici standard, il Nargacuga è in grado di lanciare gli aculei presenti sulla punta della sua coda, volare per brevi distanze ed effettuare salti di notevole ampiezza. Le sue ali presentano delle formazioni estremamente coriacee, quasi metalliche, e perciò sono lo strumento perfetto per tagliare le prede più inermi. Allo stesso modo rappresentano una difesa contro gli attacchi laterali.

Le sue ali metalliche sono in grado di essere sia armi offensive che difensive.

Il Nargacuga è abbastanza territoriale, ma se trovato allo scoperto preferisce la ritirata piuttosto che lo scontro frontale. Agguati e trappole sono all’ordine del giorno per questa specie, preferendo naturalmente i luoghi bui dalla fitta vegetazione.

Strategia

Il Nargacuga non possiede nessun elemento speciale nei suoi attacchi, rendendo la Difesa Fisica l’unico parametro difensivo di cui tener conto. È però debole al Tuono e al Fuoco, perciò equipaggiatevi a dovere e fate una bella incetta di Pozioni. Il Mantello Tecnico è un’opzione molto utile contro gli attacchi rapidi del Nargacuga, soprattutto se avrete difficolta a seguirne i fulminei movimenti.

Gli attacchi di questo wyvern sono abbastanza standard quando si analizza l’approccio ravvicinato, consistendo principalmente in giravolte, morsi e zampate. Molti degli attacchi più rapidi non avranno la forza di scaraventarvi via nonostante i danni sostenuti, perciò sfruttate questa resistenza per assestare i colpi più forti. I cacciatori muniti di armi pesanti come il Martello e lo Spadone saranno quelli più svantaggiati durante questo scontro, considerando la velocità del mostro.

Per fortuna però, il Nargacuga possiede molte aperture da sfruttare. Il più delle volte, questo Wyvern farà una capriola a mezz’aria per colpire il suo nemico con la punta della coda. Avendo però degli aculei alle sue estremità, rimarrà incastrato nel terreno per un tempo abbastanza lungo da poter assestare un bel po’ di colpi, magari cercando di tagliargli via l’appendice. Schivare questi attacchi abbastanza evidenti sarà cruciale per avere uno scontro molto più facilitato.

Quando balzerà via e vi distanzierà, cercherà di colpirvi con una pioggia di aculei lanciati dalla coda. Questo attacco può risultare insidioso, ma schivando al tempo giusto riuscirete perfino ad avvicinarvi e a punirlo alla testa. Una buona regola per capire quando schivare è premere il tasto assegnato quando sentite il suono degli aculei in fase di rilascio.

Una volta che lo avrete colpito abbastanza, il Nargacuga segnalerà di essersi arrabbiato facendo brillare le scie rosse che ha sugli occhi, producendo un effetto decisamente minaccioso. In questo stato, i suoi attacchi saranno molto più veloci e dannosi, concatenando le varie mosse e producendo ulteriori attacchi. Ad esempio, la codata che lo lascia incastrato potrebbe avere due colpi invece che uno, perciò aspettate qualche secondo prima di fiondarvi all’offensiva.

Pericolosità e Ricompense

L’incontro col Nargacuga potrà essere difficile o facile a seconda dell’agilità dell’arma che avete scelto. Sicuramente i giocatori che lavorano sulla distanza dovranno impegnarsi a seguire i rapidi movimenti del mostro, mentre quelli più lenti e corazzati dovranno giocare sulla difesa e il contrattacco. Il Nargacuga inoltre non carica le proprie prede, preferisce saltargli addosso in pochi istanti per poi scappare via, il che rende un po’ difficile riuscire a contrattaccarlo durante i suoi balzi.

Avendo cura di tenere sempre la telecamera puntata su di lui, il combattimento non vi metterà troppo alla prova. Superandolo, inoltre, otterrete un bel set basato interamente sulla furtività, il quale potrebbe tornare utile per tutti quei cacciatori in grado di sfruttare i colpi a sorpresa e i mantelli a essi dedicati. Tra le sue abilità troviamo Super Resistenza, Schivata e Furtivo. Inoltre, il bonus del suo set permette di risparmiare munizioni e acutezza, rendendolo perfetto per tutti gli arcieri.

Se non hai ancora partecipato alla caccia, Monster Hunter World e Iceborne sono disponibili su Amazon!

Pagina 8: Monster Hunter World Iceborne: Guida al Nargacuga

Indice