PlayStation

Persona 5 Scramble: hard mode e nuovi dettagli

Nonostante si parli di un titolo di nicchia, Persona 5 è riuscito a far parlare di sé, riuscendo a incuriosire anche chi il brand non lo conosce o non lo ha mai giocato. Ma perché i capitoli di Persona generano così tanto entusiasmo? Si parla di una saga che è sempre cresciuta puntando su tematiche davvero mature e importanti, nell’ultimo capitolo della serie impersoneremo sì un liceale, ma in un mondo realistico pieno di corruzione, morte e disagio sociale con ovviamente quella buona dose di stravaganza giapponese che tanto ci piace. Ovviamente i gusti sono gusti ma bisogna ammettere che il brand è riuscito ad andare avanti senza mai commettere errori, riuscendo persino nell’impresa di sperimentare più generi finendo col dare il via a spin-off davvero ben fatti come lo stupendo Persona 4: Arena di Arc System Works. Inutile dire che il successo di Persona 5 ha portato Atlus a puntare sul titolo e quindi a fare uscire seguiti e spin-off appunto come questo Persona 5 Scramble.

In Europa a fine marzo arriverà Persona 5 Royale, rivisitazione del gioco originale con meccaniche rinnovate, una nuova storia parallela e, per la prima volta in questo titolo, la tanto attesa lingua italiana. Nel Sol Levante, invece, il prossimo 20 febbraio uscirà Persona 5 Scramble: The Phantom Strikers titolo action sviluppato dalla Omega Force e pubblicato da Atlus ambientato circa sei mesi dopo gli eventi del JRPG ed è allo stesso tempo un crossover con un’altra famosa serie giapponese, Dinasty Warriors, sviluppata anch’esso dalla Omega Force.

La streamer Dengeki questa settimana ha presentato alcuni gameplay di Persona 5 Scramble: The Phantom Strikers. Durante la live era presente anche il produttore di Atlus, tale Daisuke Kanada, che però non ha rivelato molte novità riguardante il titolo. La streamer ha giocato diverse ore al gioco, cimentandosi in sfide, andando in giro in costume da bagno per la spiaggia, ma soprattutto affrontando nemici nella prigione di Okinawa in modalità difficile, questo per far vedere ai giocatori quanto la difficoltà si faccia più tosta e ricordando inoltre che la modalità non è la più difficile del gioco.

Cosa ne pensate di questa notizia? Sperate anche voi che un giorno possa approdare da noi? Fatecelo sapere nei commenti. Intanto come al solito vi invitiamo a rimanere sintonizzati sul nostro sito per ogni notizia relativa a Persona.

Se siete amanti dei giochi di ruolo giapponesi e vi siete fatti sfuggire Persona 5 causa anche della mancanza della lingua italiana, non preoccupatevi, a questo indirizzo potete pre ordinare la versione Royal con la localizzazione.