PlayStation

PlayStation Studios | Tutti i team esclusivi di Sony e la loro storia

Alle porte della nuova generazione di console, in particolar modo in seguito all’importanza che l’utenza dà alle esclusive presenti sulle differenti macchine da gioco, sia SONY che Microsoft hanno deciso di raggruppare sotto un’unica bandiera tutti gli studi first party acquisiti, o fondati, nel corso della loro carriera. In questo articolo, vi vogliamo presentare gli studi che si occupano della creazione delle esclusive targate SONY. Parliamo ovviamente dei recenti PlayStation Studios: la loro storia, però, è iniziata anni fa.

PlayStation Studios: come sono nati?

I SIE Worldwide Studios vengono fondati nel Settembre 2005 con lo scopo di creare un collettivo di sviluppatori che si occupino di creare, supervisionare e gestire lo sviluppo di tutte le produzioni, esclusive per le console PlayStation. La conseguente crescita del numero di team acquisiti dal colosso giapponese nel corso degli anni, unita alla volontà di usare un brand unico e immediatamente riconoscibile dall’utenza, portano SONY alla creazione, nel 2020, dei PlayStation Studios.

Il collettivo è composto, a oggi, da 13 team di sviluppo che, nel corso della pluridecennale storia di PlayStation, hanno creato, o hanno collaborato alla creazione, di serie divenute iconiche. Seppur fondati a metà del 2020, però, il nuovo logo verrà utilizzato solamente a partire da Novembre, con l’inizio del ciclo vitale di PS5. I primi titoli ad avere l’effige PlayStation Studios, difatti, saranno proprio Spider-Man Miles Morales, Demon’s Souls e Sackboy a big Adventure.

I team di PlayStation Studios

Vediamo in un rapido elenco quali sono i membri di PlayStation Studios:

Bend Studios

  • Anno di fondazione: 1993
  • Conosciuto per: Days Gone, Syphon Filter
  • Acquisito da Sony NEL 200o

Con sede in quell’Oregon che in Days Gone si è mostrato così tanto avverso e minaccioso, i Bend Studios sono uno degli studi che da maggior tempo stanno sotto al tetto di SONY. Nati nel 1993, e acquistati in seguito dal colosso giapponese nel 2000, i Bend Studios sono celebri fra gli appassionati per aver dato i natali a una di quelle serie che hanno reso “immortale” la ludoteca della prima PlayStation: Syphon Filter. La loro carriera, però, pur contando ben 6 titoli dedicati a Gabe Logan, è stata costellata anche da un altra produzione “diversamente” importante.

Sono infatti loro le menti dietro a quel Bubsy 3D del 1996 che da sempre si fregia di esser uno dei titoli più brutti mai realizzati. Pur con un esordio sul mercato dimenticabile, però, i Bend sono riusciti a ricostruirsi la loro fama prima con la serie di Syphon Filter, poi con la creazione di titoli per console portatile di ottima fattura e, infine, con una nuova IP, Days Gone, che ha mostrato che lo studio ha ancora molto da dire e da dimostrare.

Guerrilla Games

  • Anno di fondazione: 2004
  • Conosciuto per: Killzone, Horizon
  • Acquisito da Sony nel  2005

Nata nel 2000, con sede ad Amsterdam, Guerrilla Games è passata di mano in mano fino a venir acquisita da SONY nel 2005. Come per Bend Studios, a parte un timido esordio con quattro titoli per Game Boy e un pessimo approdo su console casalinghe con Shellshock: Nam ’67, anche lo studio Olandese si è contraddistinto per aver gestito, per la quasi totalità del suo percorso, un’unica IP: Killzone. Dal 2004 fino al 2013, infatti, Guerrilla ha affinato, ed evoluto, la sua creatura fino a quando, dopo alcune defezioni all’interno del team, hanno deciso di cambiare rotta, cimentandosi con qualcosa i completamente differente rispetto al passato.

Nel 2015, infatti, hanno mostrato al mondo una nuova proprietà intellettuale: Horizon Zero Dawn, un titolo che si spostava dalle confortevoli mura degli sparatutto in prima persona, per raggiungere la terra degli action game in terza persona open-world. Il successo del titolo è stato tale da mostrare il reale potenziale di Guerrilla Games, andando a aumentare la febbrile attesa per il nuovo capitolo delle avventure di Aloy in arrivo su PS5.

Insomniac Games

  • Anno di fondazione: 1994
  • Conosciuto per: Ratchet & Clank, Spider-Man, Sunset Overdrive
  • Acquisito da Sony nel 2019

La più recente delle acquisizioni da parte dei PlayStation Studios è anche una delle più longeve software house a stelle e strisce. Fondata nel 1994 a Burbank, California, Insomniac Games è da sempre famosa per aver creato vere e proprie mascotte per le varie console di SONY. Con 36 produzioni all’attivo, che comprendono i vari Ratchet & Clank, la serie di Resistance, i primi tre capitoli di Spyro The Dragon e il recente Marvel Spider-Man, lo studio non ha bisogno di grandi presentazioni.

Rimane comunque encomiabile la loro forte volontà nel voler rimanere indipendenti pur avendo creato numerosi titoli in esclusiva per il brand PlayStation, oltre che per le altre piattaforme di gioco. Solo nel 2019, dopo anni di incessanti proposte da parte del colosso giapponese, Insomniac ha finalmente ceduto, entrando a far parte dei PlayStation Studios e preparandosi ad esordire nella nuova generazione di console con i prossimi Spider-Man Miles Morales e Ratchet & Clank Rift Apart.

Japan Studio

  • Anno di fondazione: 1993
  • Conosciuto per: Ape Escape, Gravity Rush, Knack, Patapon
  • Fondato da Sony nel 1993

Ha dato i natali a titoli quali Legend of Dragoon, Locoroco, Ape Escape, Patapon, Everybody’s Golf e Gravity rush. I suoi sviluppatori hanno affiancato i team di produzioni quali Jumping Flash, Alundra 2, Siren: Blood Curse, Demon’s Souls e Bloodborne. All’attivo hanno centinaia di giochi sviluppati dal 1994 a oggi e sono il primo team di sviluppo fondato da SONY per la sua macchina da gioco originale. I Japan Studio, con i suoi due studi satellite Project Siren e ASOBI Team, non hanno bisogno di ulteriori presentazioni.

Un nome che, in un modo o nell’altro, sono entrati a testa bassa nell’immaginario di ogni giocatore che sia cresciuto con una qualunque delle console di SONY. Ancora oggi continuano ad affiancare i numerosi team dei PlayStation Studios, oltre che a sviluppare titoli dal tipico “stampo nipponico”. A loro spetterà l’onore di dare il benvenuto a tuti i nuovi utenti di PS5 con il loro prossimo Astro’s Playroom.

London Studio

  • Anno di fondazione: 1993
  • Conosciuto per: The Getaway, Singstar, Blood & Truth
  • Fondato da Sony NEL 1993

Poco impattante per gli hardcore gamer, London Studio è una realtà europea fondata da SONY per gestire il reparto di ricerca e sviluppo nei confronti di nuove forme d’intrattenimento. Il loro catalogo è ben nutrito, anche se particolarmente monotematico, e comprende tutti i capitoli delle serie di EyeToy, Singstar e qualche piccola IP che ebbe dei brevi, ma importanti, momenti di celebrità. Ai London Studio dobbiamo la creazione della serie This Is Football oltre che a piccole perle come il recente Blood & truth per PlayStation VR.

Media Molecule

  • Anno di fondazione: 2006
  • Conosciuto per: Little Big Planet, Dreams
  • Acquisito da Sony nel 2010

Il più ambizioso e visionario dei membri dei PlayStation Studios nasce nel 2006 a Guildford, in Inghilterra, e dopo l’ottimo esordio con il primo Little Big Planet vengono acquisiti da SONY nel 2010. Una cessione che ha permesso ai visionari membri del team di abbracciare completamente la loro filosofia del rimanere un piccolo team di sviluppo, in grado di creare produzioni tripla A che prima di tutto riescano a mostrare la forte visione d’insieme e la passione che anima i propri membri.

Una politica abbracciata completamente anche dal celebre Hideo Kojima che, dopo aver visitato gli studi di Media Molecule nel 2016, optò per una filosofia analoga per la creazione della sua Kojima Production. A questi istrionici inglesi dobbiamo la creazione di Sackboy, della serie di Little Big Planet, dello splendido Teraway e, soprattutto, del recente, e avveniristico, Dreams.

Naughty Dog

  • Anno di fondazione: 1984 (Jam Software), 1989 (Naughty-Dog)
  • Conosciuto per: Uncharted, The Last of Us
  • Acquisito da Sony nel 2001

Il più vecchio dei membri dei PlayStation Studios è, a mani basse, anche il più famoso del gruppo. Naughty Dog è uno studio che non ha bisogno di presentazioni. Classe 1984, creatori di Crash Bandicoot, Jak and Daxter, Uncharted e, ovviamente, di The Last Of Us, i “cagnacci” di Santa Monica nacquero sulle peculiari sponde dell’iconico Apple II. Con un portfolio iniziale dalla qualità altalenante, il team approdò su PlayStation con il primo, imprescindibile, capitolo di Crash Bandicoot e, grazie a una serie di fortunati eventi accaduti attorno all’ottimo platform di Naughty Dog, da quel preciso istante entrarono sempre di più nell’”olimpo videoludico”.

Mossi dall’incessante smania di sorpassare i limiti e sorprendere i giocatori, dal 1996 a oggi, possiamo dire che sono uno dei pochissimi team di sviluppo in circolazione a non aver sbagliato un colpo, inanellando una serie di successi encomiabile. Acquisiti da SONY nel 2001, dopo una partnership esclusiva durata cinque anni, possiamo considerarli, assieme a Santa Monica Studio, una delle due punte di diamante dei PlayStation Studios capaci i dare alla luce dei veri e propri System Sellers.

Pixelopus

  • Anno di fondazione: 2014
  • Conosciuto per: Concrete Genie
  • Fondato da Sony nel 2014

Nel cuore di San Mateo, in California, troviamo un piccolo team di sviluppo fondato nel 2014 e composto da sole 9 persone. Pixelopus nasce dalla volontà del team madre di San Mateo i dedicarsi alla creazione i progetti di piccole dimensioni dopo il successo ottenuto da Journey di thatgamecompany. Attraverso un programma per studenti indetto nella Carnegie Mellon University, lo studio di San Mateo trovò sei studenti a cui affiancare alcuni leader del settore per supervisionarli, oltre ad alcuni vincitori di una borsa di studio della San Jose State University.

Il piccolo team vide la luce e la sua prima creazione, il mediocre Entwined, uscì lo stesso anno, ottenendo una tiepida accoglienza. I cinque anni successivi sono serviti a Pixelopus per raccogliere i feedback e concentrarsi sul loro primo progetto di più ampio respiro, quel Concrete Genie che ha convinto la critica e il pubblico per la delicatezza e l’originalità dei temi trattati.

Polyphony Digital

  • Anno di fondazione: 1998
  • Conosciuto per: Gran Turismo
  • Fondato da Sony nel 1998

Avete presente quell’amico, o quel parente, che non fa altro che parlare I motori? Ecco! Polyphon Digital ne è l’equivalente all’interno dei PlayStation Studios. Nati nel 1994 come studio interno di SONY, ottennero la totale autonomia sulle loro produzioni dopo l’enorme successo raggiunto con il primo capitolo di Gran Turismo.

A esclusione di una manciata di divagazioni con moto e mecha, i ragazzi di Polyphony Digital si sono sempre concentrati solo sull’evoluzione della loro creatura più importante, quel Gran Turismo in grado, nel 1997, di cambiare le regole delle simulazioni di guida che verranno realizzate da quel momento in poi. Dopo 12 capitoli, svariate progetti nel mondo reale dell’automotive, molti alti e qualche basso, ora il celebre team di sviluppo è atteso al varco della next-gen con Gran Turismo 7 in uscita, si spera, entro il 2022.

San Diego Studio

  • Anno di fondazione: 2001
  • Conosciuto per: MLB The Show
  • Fondato da Sony nel 2001

Nato nel 2001, dalle ceneri dei 989 Studios, il team di San Diego è sempre stato quello dedito alle produzioni di carattere sportivo brandizzate SIE. Uno studio di piccole dimensioni che conta all’attivo circa 35 produzioni realizzate negli ultimi 19 anni, un numero altissimo se si pensa che studi quali Polyphony hanno realizzato poco più della metà dei titoli nel doppio degli anni. A esclusione del convincente The Mark Of Kri, e di numerose produzioni minori come Pain e Little Big Planet Karting, i San Diego Studio sono celebri per la serie MLB: The Show, un appuntamento annuale fisso che ogni fan del Baseball non si lascia scapare da, oramai, 14 anni.

San Mateo Studio

  • Anno di fondazione: 1998
  • Conosciuto per: studio di supporto
  • Fondato da Sony nel 1998

Fondato nel 1998, con il nome di Foster City Studio, questo team di sviluppo è uno dei più importanti, e meno conosciuti, all’interno dei PlayStation Studios. I ragazzi di San Mateo, difatti, sono il più importante dei team di affiancamento della scuderia di SONY e hanno lavorato praticamente su quasi tutte le IP più celebri del colosso Giapponese. Pur non avendo mai avuto un titolo completamente realizzato da loro, i San Mateo Studio hanno collaborato alla realizzazione di serie quali SOCOM, Jak and Dexter, Sly Cooper, Uncharted, Resistance e il recente Marvel Spider-Man.

Santa Monica Studio

Anno di fondazione: 1999

Conosciuto per: God of War

Fondato da Sony nel 1999

Se Kratos ha sterminato completamente gli dei dell’Olimpo, e si accinge a proporre lo stesso trattamento anche alle divinità norrene, dobbiamo ringraziare il team di Santa Monica. Nato nel 1999 è, indubbiamente, il team interno più celebre di SONY. Entrato nello showbiz videoludico nel 2005 grazie al pluripremiato God Of War, Santa Monica Studio ha dedicato la, quasi, totalità della sua carriera al coccolare, affinare e migliorare la saga dedicata a Kratos, oramai divenuta un’icona nel mondo dei videogiochi.

Il team californiano, però, non è solo muscoli e sangue ma è stato anche il più grande “incubatore” di realtà indipendenti quali thatgamecompany (Flower, Journey) e Giant Sparrow (The Unfinished Swan). Pur mantenendo il nome della sua città natale, il Santa Monica Studio è stato riallocato a Playa Vista nel 2014. I motivi di questo spostamento? Poter concedere agli sviluppatori 20 acri di terreno dove realizzare due studi indipendenti e una struttura dedicata alla creazione musicale e alle riprese in motion capture. Insieme a Naughty Dog e a Japan Studio fa parte del terzetto di firme che meglio rappresentano la tipologia di produzioni realizzate dai PlayStation Studios.

Sucker Punch Productions

Anno di fondazione: 1997

Conosciuto per: Infamous, Ghost of Tsushima, Sly

Acquisita da Sony nel 2011

Fondato nel 1997 nei corridoi di Microsoft, con un nome scelto fra le proposte “impossibili” da utilizzare per il colosso di Redmond, l’ultimo team dei PlayStation Studios esordì timidamente nel 1999 con un convincente gioco di corse per Nintendo 64. La fama arrivò, però, solamente nel 2002 quando Sucker Punch diede i natali all’iconico Sly Cooper. Lavorando da sempre a stretto contato con SONY, con titoli realizzati in esclusiva per le sue console, il team venne acquisito definitivamente dal colosso nipponico nel 2011, dopo l’uscita del sequel di Infamous.

Puntando sempre al divertire, prima che al narrare storie particolarmente impegnative, Sucker Punch ha avuto l’importante compito di realizzare l’ultima esclusiva per PlayStation 4, quel Ghost Of Tsushima che ha conquistato più il pubblico che la critica, proprio grazie alla sua capacità di divertire, intrattenere e ammaliare il giocatore con le sue ambientazioni evocative. Siamo indubbiamente curiosi di vedere cosa il team avrà in serbo per il suo futuro esordio su PlayStation 5.

Siamo indubbiamente curiosi di vedere, nel corso dei prossimi anni, quali altri studi entreranno a far parte del roster di SONY e quali nuove esclusive giungeranno sulle sponde di PS5. D’altronde moltissimi titoliche divennero iconici proprio grazie alla prima PlayStation, sono di proprietà di sviluppatori che a oggi sono ancora privi di vincoli contrattuali, così come moltissime altre IP di successo, sono semplicemente finite nel dimenticatoio, restando presenti nelle sole “memorie videoludiche” dei milioni di giocatori cresciuti assieme alla, celebre, “scatoletta grigia” realizzata da SONY.