PlayStation

PS5 e Xbox Series X: Ubisoft nomina la retrocompatibilità durante una riunione finanziaria

Una delle caratteristiche fondamentali di PS5 e Xbox Series X ampiamente pubblicizzata in questi ultimi mesi è l’accessibilità: le due console puntano a essere comode e veloci da usare, ad esempio grazie agli SSD che permetteranno un avvio dei giochi più rapido, con caricamenti il più brevi possibili. Accessibilità, però, significa anche poter giocare quanti più tipi di videogiochi possibili su una sola console, o in altre parole: retrocompatibilità. Per ora non abbiamo ancora un’idea precisissima di come funzionerà la retrocompatibilità di PlayStation 5, ma comunque è un elemento importante e anche Ubisoft lo sa bene.

La società francese ha infatti da non molto tenuto una riunione finanziaria; durante questa il CEO Yves Guillemot ha spiegato che PS5 e Xbox Series X “eseguiranno quasi tutti i cataloghi delle precedenti console. Si tratterà di qualcosa di nuovo per l’industria. Aiuterà le vecchie generazioni a continuare ad essere importanti sul mercato negli anni a venire.” Non ha aggiunto altro, ma si tratta comunque di un’affermazione interessante.

Ubisoft logo

Guillemot parla in termini generici, quindi, non possiamo ottenere nuove informazioni sul funzionamento della retrocompatibilità di PS5 (che per ora sembra essere limitata a PS4, ma ancora non è del tutto chiaro). Possiamo però capire come la retrocompatibilità possa giocare un ruolo importante nelle strategie commerciali degli sviluppatori. La possibilità di eseguire vecchi giochi permetterebbe ai publisher di continuare a pubblicizzare titoli rilasciati da anni, vendendoli a fianco di quelli più recenti, sopratutto se si tratta di game as a service online che continuano a proporre nuovi contenuti e ad attirare pubblico: pensiamo a Rainbow Six Siege di Ubisoft stessa, ancora adesso di grande successo.

Anche nel momento nel quale l’intero pubblico console si sarà sposato su PS5 e Xbox Series X, le vecchie community potrebbero essere ancora integre e potrebbero continuare a generare profitti sui vecchi giochi. Per ora, però, sono solo speculazioni.

In attesa di PS5, potete giocare con PlayStation 4 e poi portare il vostro catalogo di giochi sulla next-gen: potete trovare la console su Amazon.