PlayStation

PS5 e Xbox Series X: uscita ritardata a causa del Coronavirus secondo un report

L’epidemia di Coronavirus in Cina è un argomento estremamente serio di cui il mondo discute da settimane. Si potrebbe pensare che abbia poco a che fare con il mondo dei videogame, ma non è esattamente così. Tramite un report, la compagnia di servizi finanziari Jefferies Group ha delineato la possibilità che il virus possa avere un impatto sulla produzione di componenti elettroniche, impattando anche su PS5 e Xbox Series X, le console di nuova generazione di Sony e Microsoft.

Andiamo però con ordine. Apple e Nintendo, come segnalato nel report, potrebbero andare incontro a ritardi e/o diminuzione delle scorte di prodotti: una situazione spiacevole, ma parliamo comunque di device già presenti sul mercato e nei magazzini di tutto il mondo. Il problema potrebbe invece essere più grave con PS5 e Xbox Series X, che ancora devono essere messe in commercio e attualmente sono attese per la fine del 2020.

Cina

Il Coronavirus ha costretto varie grandi aziende, come ad esempio Foxconn, ha mettere in quarantena i lavoratori e bloccare la produzione. Secondo Jefferies Group, se questi blocchi dovessero continuare per più di un mese, allora il risultato sarebbe un ritardo sul programma di rilascio di PS5 e Xbox Series X: ricordiamo infatti che praticamente tutti i componenti delle console PlayStation e Xbox sono prodotti in Cina. Non dimentichiamoci inoltre che quasi metà del lavoro artistico dei grandi sviluppatori occidentali è prodotto da team cinesi: questo vuol dire che anche vari giochi rischiano di arrivare sul mercato in ritardo.

Il Coronavirus ha già avuto un impatto sul mercato videoludico, ad esempio facendo spostare il Taipei Game Show da febbraio all’estate. I match della Overwatch League pianificati in Cina sono stati cancellati e Private Division ha ritardato l’arrivo della versione Switch di The Outer Worlds, in quanto è realiuzzata dallo sviluppatore cinese Virtuous, chiuso proprio a causa del rischio contagio. In poche parole, tutto è a rischio.

PlayStation 4 e Xbox One sono comunque sempre disponibili: le potete trovare entrambe su Amazon.